Mostre, teatro, poesia: gli eventi faentini dell’Ottobre Giapponese

Mostre e film, teatro e libri; l’arte per mettere in comunicazione mondi lontani, arrivando fino in Estremo Oriente. Dal 9 ottobre all’8 novembre a Ravenna, Faenza e Cesena si terrà il tradizionale Ottobre Giapponese con diverse novità e conferme che arricchiranno la 17^ edizione di questa manifestazione. Il nucleo del festival si compone di rassegne cinematografiche, mostre, spettacoli dal vivo e incontri con artisti e ospiti dal Giappone. L’evento è a cura di Ascig (Associazione per gli scambi culturali fra Italia e Giappone) che organizza dal 2003 questo festival, con cadenza annuale.

Due mostre dedicate alla ceramica alla Residenza municipale e alla Galleria Molinella

In particolare a Faenza, le mostre saranno dedicate prevalentemente alla ceramica, con il concorso internazionale di ceramica Mino (al salone delle Bandiere della Residenza Municipale; inaugurazione sabato 12 ottobre ore 19) e la mostra Armonie del paesaggio – Fukei no chowa alla Galleria d’arte nel voltone della Molinella. Per quanto riguarda la prima mostra. la zona di Mino è una delle più ricche, dal punto di vista storico e della varietà delle tecniche, delle ceramiche in Giappone e a cementare il rapporto con il nostro territorio, saranno presenti all’inaugurazione ospiti prestigiosi, a partire dal sindaco di Tajimi. Armonie del paesaggio vuole mettere in dialogo artisti italiani e giapponesi che si sono confrontati con questo tema, oltre ad aprire una riflessione sull’importanza del paesaggio e della relazione tra uomo e paesaggio in Italia e in Giappone. L’inaugurazione della mostra, a cura di Carla Benedetti, Matteo Zauli, Masahiro Karasawa, sarà sabato 12 ottobre, ore 18, con opere degli artisti Giovanni Pini, Akiyama Nobushige, Hirai Tomo e Kawasaki Tsuyoshi. La mostra resterà aperta alla Galleria Molinella fino al 27 ottobre (orari di apertura: martedì – domenica ore 10 – 12.30 e dalle ore 16 alle 19).

Gli spettacoli al Ridotto del Teatro Masini

Sempre a Faenza, nel Ridotto del Teatro Masini, due spettacoli imperdibili. Il primo, venerdì 18 ottobre alle ore 21, è Rakugo e Ukiyoe, con il maestro San’yutei Ryuraku, già in passato ospite dell’Ottobre Giapponese, che prosegue nella sua irresistibile opera di diffusione del teatro comico giapponese in stile rakugo. Nella versione di quest’anno i monologhi comici prendono l’avvio dalla proiezione e commento di stampe ukiyoe, le celebri immagini del mondo fluttuante, lo stesso mondo da cui nasce la vena comica del Giappone. Ancora il Ridotto ospiterà venerdì 8 novembre alle 21, il concerto di Roberto Satta (piano) e Yamada Hiromi (mezzo soprano), nel corso del quale saranno eseguite alcune arie in anteprima assoluta per l’Italia, della compositrice Ino Michiko, i cui testi sono tratti dalla raccolta poetica classica del Hyakunin Isshu. La stessa sera e nello stesso luogo, ma alle ore 20, presentazione del libro di poesia Haiku di Ianeva Lilia.

Il cinema di Miyazaki a Ravenna

A Ravenna, cinema di animazione con alcuni classici di Hayao Miyazaki e gli inediti di Okamoto Tadanari. Ma troveranno spazio anche documentari e, in anteprima assoluta, il primo lungometraggio del giovane regista giapponese, Doi Koichi, ospite del festival.

 

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.