Cina e Romagna si incontrano al Palazzo delle Esposizioni di Faenza

Tornei di Mah Jong e beccaccino , cappelletti romagnoli e ravoili cinesi, lezioni aperte e workshop. Proseguirà anche domani, domenica 2 ottobre, l’icontro tra Cina e Romanga “Il drago che vola sulla caveja“. Il meeting, giunto nel 2016 alla quinta edizione, è iniziato a Faenza sabato 1 ottobre al Palazzo delle Esposizioni (corso Mazzini, 92). L’evento vuole essere un modo per confrontarsi con la realtà cinese tramite la cultura e il gioco. La manifestazione inizierà alle ore 9 per concludersi alle 18 e ha come scopo quello di creare un evento in grado di far comunicare concretamente tra di loro le due culture.

Il Mah Jong, peculiarità della Romagna

Una delle caratteristiche principali dell’incontro tra Cina e Romagna è sicuramente questo gioco da tavolo, particolarmente praticato nel territorio romangolo. Il Mah Jong (dal cinese 麻将 o 麻雀), scritto talvolta anche mahjong, májiàng, ma-chiang e secondo altre trascrizioni simili, è un gioco da tavolo per quattro giocatori, nato in Cina probabilmente nel XIX secolo, e oggi molto diffuso anche nel resto del mondo, soprattutto Stati Uniti e Giappone; in Italia viene giocato soprattutto a Ravenna (dove è arrivato tramite il porto) e nel suo hinterland, ma sta prendendo piede anche a Milano, Firenze, Venezia-Udine, Bologna e altri luoghi. Il nome, letteralmente, significa “uccello di canapa” o “sparviero di canapa”. Si tratta di un gioco con tessere, che presenta alcune analogie con qualche gioco di carte occidentale. I giocatori guadagnano punti creando opportune combinazioni di tessere e rimuovendole dal gioco. La composizione dell’insieme di tessere utilizzate, e le regole di attribuzione dei punti, variano leggermente a seconda della regione. I concetti fondamentali del gioco rimangono però sostanzialmente gli stessi in tutte le varianti dello stesso. Le differenze più notevoli si rilevano tra i Mah Jong asiatici e il cosiddetto Mah Jong americano generalmente scritto mahjongg.
(da Wikipedia)

Rispondi