10 regali “nostrani e non” scelti dalla redazione per il Natale 2017

Manca davvero poco a Natale ovvero a quella mattina in cui, un po’ assonnati, ci dirigeremo verso il nostro albero natalizio (rigorosamente addobbato per la Madonna dello scorso 8 dicembre) e che vedrà la sua base ricolma di “regaloni, regalini, pensieri e dolcetti”.

Il Natale, con la cena del 24 o il pranzo della mattina, ha la capacità di far sentire tutti a proprio agio, nella famiglia e con le persone care, anche in quelle situazioni più difficili in cui c’è sofferenza o si sente la mancanza di qualcuno.

Che lo si viva religiosamente o meno, siamo globalmente pervasi da un fare positivo e genuino. Non serve passarlo in maniera stravagante, basta un pomeriggio sul divano con chi si ama, un cartone Walt Disney (o un film epico) alla TV, il cinema tardo pomeridiano/serale, una passeggiata in centro per riprendersi dai due piatti (o 3 o 4 ) di cappelletti in brodo o passatelli della nonna.

Nonostante la logica consumistica in cui viviamo oggi, vogliamo comunque pensare al Natale nella logica del dono: PERSONALE, ovvero regalare il proprio tempo ad altri (genitori, anziani, figli, amici); ma anche FISICO, ovvero pensare ad un regalino per chi ho a cuore.

Per chi ancora non avesse trovato la giusta idea abbiamo qualche consiglio dell’ultimo minuto e nel frattempo facciamo a voi tutti i nostri più cari auguri per un sereno Natale:

  1. Una maiolica faentina, che sia classica o moderna, il luogo adatto dove trovare quella giusta è sicuramente il Temporary Shop della ceramica in Corso Mazzini.
  2. Per gli amanti della musica, un abbonamento annuale a Spotify Premium, il software che permette di ascoltare qualsiasi  genere musicale dal proprio smartphone con la propria connessione.
  3. Per coloro che sono appassionati di Serie TV, e siete tanti, lo sappiamo, un abbonamento annuale a NETFLIX, la web-tv che scala le classifiche di apprezzamento in tutto il mondo.
  4. Sempre in ambito ceramico e faentino, una visita guidata al Museo Internazionale delle Ceramiche e alla sezione temporanea dedicata all’artista Achille Calzi.
  5. Una scelta di bottiglie di vino Sangiovese della nostra zona: tante sono le aziende vinicole che producono etichette importanti anche a livello nazionale.
  6. Una scelta di birre artigianali nostrane: ultimamente sono nate realtà interessanti in questo campo, quindi perchè non conoscerle?
  7. Un libro, noi vi consigliamo il Premio Strega 2017, Otto montagne di Paolo Cognetti
  8. Una cena in un ristorante stellato della nostra zona. Ne abbiamo parlato in questo articolo e ogni volta che lo rileggiamo vorremmo regalarcelo come redazione.
  9. Una serata a teatro: noi non possiamo che consigliarvi il Teatro Masini e i suoi spettacoli, ma le stagioni delle città vicine destano comunque il nostro interesse.
  10. Questo è un regalo un po’ particolare, ma crediamo che valga la pena di includerlo nella categoria doni. Parliamo di una donazione per la ricerca medica di qualsiasi tipo. In questi giorni nelle reti nazionali c’è la maratona Telethon, ma altre associazioni in questo senso sono AIRC, AIL, GRADE onlus, e anche più vicino a noi l’Istituto Oncologico Romagnolo (IOR)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.