Al museo Tramonti alla scoperta di Ginna e Corra, futuristi dimenticati

Personaggi e storie del futurismo italiano. Domenica 24 settembre ore 17.30 al Museo Guerrino Tramonti  di Faenza si terrà l’evento “Il futurismo trapassato”. Si tratta di un «omaggio sbarazzino» a “Ginna e Corra”, fondatori del “teatro futurista sintetico” a inizio Novecento. Durante l’evento si esibiranno il Trio Balcone (Paolo Zanzi, Matteo Maida, Franco Costantini). Ingresso gratuito. Buffet.

Circa centodue anni fa, a Ravenna, nasceva il “Teatro futurista sintetico”. I suoi ideatori furono i fratelli Ginanni Corradini (Arnaldo e Bruno), più noti con i soprannomi “Ginna” e “Corra”. I due non ebbero certo la fortuna di un Marinetti (politicamente molto più “ammanicato”), eppure – ancora oggi – Ginna e Corra spiccano tra le menti più brillanti e creative del movimento futurista. Lo spettacolo del Trio Balcone (sì, si chiama così perché il trio è oggettivamente “fuori come un balcone”) vuol essere non solo una giocosa rievocazione della poesia futurista di inizio secolo, ma anche – e soprattutto – un omaggio ai due grandi fratelli ravennati, troppo spesso dimenticati dagli stessi concittadini.

Rispondi