Sei nuovi laureati in Chimica e Tecnologie per l’Ambiente e per i Materiali a Faenza

Giovedì 14 ottobre 2021 sono stati proclamati sei nuovi laureati in Chimica e Tecnologie per l’Ambiente e per i Materiali – Curriculum Materiali Tradizionali e Innovativi, per il Corso di Laurea Triennale del Dipartimento di Chimica Industriale “Toso Montanari” dell’Università di Bologna con sede a Faenza.

I sei nuovi laureati della sede faentina

I sei nuovi laureati sono Sandra Cacchi, 22 anni, di Longiano (FC), con la tesi “Studio di formulazioni innovative per la produzione di lastre alveolari e compatte”, in collaborazione con Ondaplast SpA di Longiano (FC), Maria Chiara Marchioni, 22 anni, di Forlì, con la tesi “Sintesi e caratterizzazione di compositi geopolimero-zeolite”, in collaborazione con Cnr-Istec di Faenza, Alessandro Morini, 22 anni, di Imola, con la tesi “Studio sull’accoppiamento di lastre ceramiche utilizzando adesivi commerciali”, in collaborazione con Gigacer SpA di Faenza, Cristiano Valli, 22
anni, di Faenza, con la tesi “Saldatura per diffusion-bonding di leghe metalliche dissimili”, in collaborazione col Dipartimento di Ingegneria Industriale Din-Unibo e Tecna SpA di San Pietro Terme (BO), Fabiola Valli, 22 anni, di Faenza, con la tesi “Sviluppo e ottimizzazione di una metodica HPLC-MS per la rilevazione di policlorofenoli nelle polveri coloranti”, in collaborazione con Eurocolor SpA di Castel Bolognese, e Giovanni Vettori, 22 anni, di Spresiano (TV), con la tesi “L’intonaco macroporoso come soluzione al problema dell’umidità muraria. Effetto di diversi additivi aeranti sul prodotto RisanaFacile”, svolta in collaborazione con Fassa Bortolo Srl di Spresiano (TV).

Assegnati anche i Premi di Studio

In questa occasione sono stati anche consegnati i Premi di Studio finanziati dai Sostenitori del Corso di Laurea. In particolare, sono stati attribuiti a studenti del I anno del passato Anno Accademico (Simone Burocchi, Simone Ghidini, Mirco Pasini, Nunzio Trovato e Antonio Vitucci) 5 Premi di Studio offerti dalla Fondazione “Toso Montanari” dell’Ateneo di Bologna e dalla Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza. A studenti del II e III anno (Leonardo Babini, Sandra Cacchi, Alessandro Chiapponi, Chiara Iudice, Maria Chiara Marchioni, Cristiano Valli,
Fabiola Valli e Giovanni Vettori) invece altri 8 Premi di Studio messi a disposizione da Cerdomus, Comune di Faenza, Hera, Sacmi Imola e Vetriceramici. Infine 2 premi per miglior elaborato di laurea, offerti dalla Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza, sono stati consegnati a Lucia Briccolani e Andrea Falchi per studi compiuti, rispettivamente, presso Cnr-Istec di Faenza e University College Cork – National University of Ireland.In conclusione è stata effettuata la consegna formale alla responsabile del Laboratorio Didattico, Sara Arcozzi, di un calorimetro a scansione differenziale (DSC), acquistato grazie ai contributi di tutti i sostenitori.

Cerimonia di proclamazione in presenza

Hanno presenziato alla cerimonia l’ass.a Scuola, Formazione e Sport del Comune di Faenza Martina Laghi, la consigliere della Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza Alessandra Odone e la direttrice F.F. di Cnr-Istec di Faenza Alessandra Sanson, oltre a rappresentanti di tutti i sostenitori del Corso di Laurea. La manifestazione si è conclusa con la vera e propria cerimonia di Laurea, condotta dal Presidente della Commissione, Mauro Comes Franchini, e preceduta da una breve presentazione degli elaborati effettuata dagli stessi candidati.La cerimonia è stata condotta dal Responsabile della sede di Faenza, Daniele Nanni, il quale, nel proprio intervento, ha prima di tutto evidenziato il fatto di aver potuto finalmente tornare a celebrare in presenza, seppur con numeri contingentati, momenti così importanti per la realtà accademica faentina come quello delle lauree e dell’assegnazione dei premi di studio e della strumentazione ottenuti grazie al sostegno di numerose realtà del territorio, con la speranza che tutto questo possa ridiventare la prassi della vita del Corso di Laurea.

La sede faentina del Dipartimento di Chimica Industriale

Importanti successi sono stati ottenuti della sede faentina del Dipartimento di Chimica Industriale negli anni più recenti, primo fra tutti il funzionamento a pieno regime del nuovo laboratorio didattico chimico/strumentale Open Lab, struttura a disposizione anche della comunità per l’organizzazione di attività congiunte con Scuole, Aziende ed Enti di Ricerca. Da sottolineare, inoltre, il costante consenso ricevuto dal Master di I livello in Materiali Compositi,
che è dedicato a uno degli argomenti più importanti nel campo della chimica e tecnologia dei materiali avanzati e che viene realizzato in collaborazione con un cospicuo numero di aziende del settore su scala sia locale che nazionale; la prossima edizione, la settima, è attualmente aperta e la scadenza del bando di partecipazione è prevista per il 12/11/2021.

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e qui continuo a studiare Italianistica. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.