25 aprile e le celebrazioni per il 73° anniversario della Liberazione – Il programma degli eventi

Faenza celebra il 25 aprile, il 73° anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo (1945-2018), con una serie di manifestazione volte a ricordare il tempo della guerra, a rendere omaggio a chi offrì la propria vita per liberare la patria dall’oppressione nazifascista e sentirsi parte di un’unica comunità, unita nei valori che richiama il 25 aprile: libertà, tolleranza, unitarietà.

Le celebrazioni per il 73° anniversario della Liberazione sono promosse dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea in Ravenna e provincia, l’Anpi di Faenza e le associazioni antifasciste, con il coordinamento della Presidenza del Consiglio comunale

Di seguito riportiamo il programma con gli avvenimenti della giornata:

Mattina del 25 aprile

  • Ore 9.00

Santa messa nella Basilica Cattedrale, celebrata dal vescovo della Diocesi di Faenza-Modigliana mons. Mario Toso, con musiche sacre eseguite dagli allievi della scuola comunale di musica “G.Sarti”.

  • Ore 9.40

Nei pressi della Torre civica, suono delle campane della torre, alzabandiera, esecuzione dell’inno nazionale a cura del coro dell’istituto comprensivo D.Matteucci, quindi partenza del corteo, composto da autorità e cittadini e accompagnato dalla Brass Band del Dopolavoro ferroviario di Faenza, dalla piazza per raggiungere lungo corso Mazzini e corso Baccarini il monumento alla Resistenza in viale Baccarini.

  • Ore 10.30

Davanti al monumento, alzabandiera, esecuzione dell’inno nazionale, deposizione di una corona in onore dei caduti per la libertà e discorso celebrativo del sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi e di Nicola Oriani, della sezione di Faenza di Gioventù Federalista Europea.

  • Ore 11.20

Deposizione di una corona al monumento al Comitato di Liberazione nazionale nel parco Pirazzini (via Firenze, angolo via Bertoni).

  • Ore 11.30

Al Cimitero inglese di guerra di via S. Lucia, omaggio ai caduti degli eserciti alleati; altre due analoghe cerimonie per ricordare tutti i caduti della Resistenza e della Guerra di Liberazione sono inoltre programmate a Reda (alle ore 12.00) e a Granarolo Faentino (alle 12.30).

Pomeriggio del 25 aprile

  • Dalle 12.30

ACa’ di Malanca, presso il Museo della Resistenza, si terrà invece la tradizionale festa con pranzo del partigiano, a seguire intervento del sindaco di Brisighella Davide Missiroli (14.00) e lo spettacolo “Silenzio in trincea” del gruppo musicale Briacabanda (14.30)

  • Ore 16.00

A Pieve Cesato, inaugurazione del restauro del monumento ai caduti dei due conflitti mondiali, in via Accarisi, con alzabandiera,esecuzione dell’inno nazionale, deposizione di una corona in onore dei caduti, benedizione e rinfresco finale. Il restauro dell’opera, realizzata nel 1923 e poi parzialmente rifatta nel 1959, è stato completato in questi giorni.

Serata del 25 aprile

  • Ore 21.00

Nel Ridotto del teatro Masini con la proiezione (a ingresso gratuito), nell’ambito della rassegna “Il Cinema della Verità”, del docu-film The hate destroyer di Vincenzo Caruso. L’evento è a cura di Accademia Perduta Romagna Teatri, Mic e Cineclub Il raggio verde.

 

Aperture straordinarie dei musei per il 25 aprile

La Pinacoteca comunale di Faenza sarà aperta con il suo consueto orario, dalle 10.00 alle 18.00; la Rocca di Brisighella sarà aperta con orario continuato dalle ore 10.00 alle 19.00; il Museo Ugonia resterà aperto dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00;

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.