Arena Borghesi propone documentari su Lindsay Kemp e società cinese il 18 e 21 agosto

Continua l’edizione straordinaria dell’Arena Borghesi Cinema in piazza Nenni (già della Molinella) a Faenza. Questa stagione, dedicata a Federico Fellini nel centenario della nascita, prevede per tutte le serate della rassegna, l’ingresso gratuito con, ad agosto, inizio proiezioni alle 21.15. Questa settimana doppio appuntamento col cinema documentario: martedì 18 e venerdì 21 agosto è in programma il secondo e il terzo dei cinque film documentari che il cineclub il Raggio Verde, in collaborazione con Fice Emilia Romagna, grazie al progetto Doc In Tour proietta gratuitamente alla Molinella.

Il 18 agosto documentario su Lindsay Kemp

Martedì 18 agosto sarà proiettato Kemp – My best dance is yet to come di Edoardo Gabbriellini (Italia, 2018). Ballerino, mimo e coreografo, regista e attore. Lindsay Kemp non si è fatto mancare niente, dal teatro “Off-Off-Broadway” al cinema d’autore di Ken Russell e Todd Haynes. A pochi mesi dalla sua scomparsa, Edoardo Gabbriellini scava nell’intimità di un artista incredibile, contemporaneamente Shakespeare e Nosferatu, che ha ispirato visionari come Derek Jarman e David Bowie, con una lunga intervista tristemente interrotta dalla morte della sua star. Un ultimo, inaspettato coup de théâtre: la degna fine di un personaggio eccentrico, il cui unico obiettivo è sempre stato elettrizzare, stimolare, sorprendere il pubblico affinché ogni momento sul palco fosse sempre più sorprendente. Anche dopo la sua morte.

La società cinese al centro del documentario del 21 agosto

Venerdì 21 agosto ore 21.15 è invece il turno di The observer di Rita Andreetti. Il documentario è il ritratto dello straordinario lavoro di un artista dissidente Cinese, Hu Jie. Filmmaker autodidatta, coraggioso e , lungo il corso della sua carriera ha realizzato oltre 30 documentari il cui contenuto è di vitale importanza per comprendere la società cinese e preservarne la memoria. Segnalato come dissidente dal governo e messo sotto sorveglianza speciale, Hu Jie ha continuato a filmare, mettendo in pericolo la sua stessa vita.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.