Al Rione Verde serata con Marco Santandrea della Torre dell’Orologio di Faenza

Una serata per conoscere le storie più suggestive della città di Faenza. Continuano gli appuntamenti con i giovedì d’agosto nella suggestiva corte del Rione Verde, situata in via Cavour 37. Giovedì 10 agosto la serata sarà condotta da Marco Santandrea, gestore della pagina facebook della Torre dell’Orologio. L’inizio della serata è previsto per le 20.30.

Marco Santandrea, che tra l’altro è un giovane musico (chiarina) del Rione Verde, da anni si occupa di eventi e particolarità della storia cittadina. Ultimo suo interessante documento postato, la messa in opera della palla della Torre Civica datato 1954, quindi oltre a questo ed altri video sentiremo direttamente dalla voce del giovane Marco storie e particolari della nostra città. Oltre ai racconti di Marco Santandrea si potrà gustare dalla cucina risotto alle zucchine con fiori di zucca e zafferano.

Dal 2012 Marco Santandrea gestisce la pagina Fb della Torre dell’Orologio

«La passione per la storia ce l’ho avuta fin da piccolo, già dai 10 anni – racconta Marco Santandrea in questa intervista per Buonsenso@Faenza – Mio nonno aveva dei libri su faenza e li leggevo, poi piano piano mi specializzavo sempre di più sull’argomento. Nel 2011 su Facebook vedo questa pagina che si chiama “torre dell’orologio”, pagina nata un po’ “per scherzo”, senza uno scopo preciso. La pagina pubblicava foto di Faenza, così iniziai a commentarle dando alcune informazioni storiche. L’amministratrice rimase stupita dai miei commenti, così mi chiese se volessi gestire la pagina. Da febbraio 2012 ho iniziato pubblicando foto storiche con a fianco un po’ di descrizione: la gente iniziava piano piano ad avvicinarsi alla pagina – parliamo di una pagina che all’epoca aveva poche centinaia di “mi piace”. I video sono arrivati da febbraio 2017. Avevo l’idea in testa già da l’anno scorso, ma ero timoroso di passare dall’anonimato a fare dei video in cui presentavo in primo piano. Hanno riscosso un buon successo e devo dire che c’è un certo apprezzamento attorno alla pagina. Le foto comunque in futuro caleranno, ma continuerò a pubblicarle ogni tanto».

Rispondi