Gli scrittori romagnoli e il mare: il libro di Valerio Ragazzini presentato da Moby Dick

La letteratura per gettare uno sguardo sullo sviluppo della costa romagnola e il suo immaginario. Il libro “Quella riga lunga e blu: gli scrittori romagnoli e il mare” (White Line) di Valerio Ragazzini sarà presentato alla libreria Moby Dick di Faenza sabato 6 ottobre alle ore 17. Il volume ripercorre lo sviluppo della costa romagnola attraverso le pagine degli scrittori di questa terra, e nella stessa occasione verrà inaugurata la mostra delle fotografie di Richard Betti e Alessandro Catani inserite nel volume.

Da Alfredo Oriani a Cristiano Cavina: l’esperienza della riviera romagnola

L’unico modo per dare unitarietà ai tratti letterari della nostra riviera è partire da noi stessi. Ogni romagnolo ha vissuto l’esperienza del mare, delle code in autostrada senza aria condizionata in una Fiat Uno giù di carrozzeria, con la spasmodica attesa di costruire una pista, un castello di sabbia, e rinfrescarsi finalmente nel mare nostrum. L’autore Valerio Ragazzini ripercorre i luoghi che compongono questo vario paesaggio attraverso gli scrittori romagnoli del passato e del presente che più lo hanno appassionato, da Alfredo Oriani a Cristiano Cavina, in uno spazio fatto di pescatori e di industrie, di musei e discoteche, che muta nel tempo pur restando uguale, fino a diventare una meta letteraria. Il testo è parte della collana Acsè, a cura dell’omonima associazione, edita da White Line (Faenza). È introdotto da Mattia Randi e arricchito dalle fotografie di Alessandro Catani e Richard Betti del gruppo Photo Live.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.