Lettera aperta sul parco di piazza Giani

Riportiamo una lettera giunta in redazione a seguito dell’articolo pubblicato il 6 aprile scorso sul parco di piazza Giani.

Salve, faccio parte dei cinque volontari che si sono fatti carico della piccola manutenzione del verde nel parco di piazza Giani. Condivido le critiche fatte sul fatto di aver tolto tutti i giochi senza sostituirli prontamente il giorno dopo, proprio in un momento in cui il parco inizia ad essere frequentato, non si può certo dire che anche l’ultimo gioco scomparso, un piccolo scivolo alto appena 120 cm da terra era pericoloso, ora come unico gioco sono le due porte da calcio, messe su da alcuni cittadini, e usate giornalmente da almeno 10 – 15 ragazzi che si ritrovano sul posto e giocano senza guardare il colore della pelle, e non è che i neri stanno da una parte e i bianchi dall’altra, fanno squadre miste, una bella integrazione!

Per quanto riguarda il taglio erba, questo viene fatto da volontari e lo spirito del volontariato è che; quando ce n’è la possibilità , il tempo e anche voglia, ci si ritrova tutti nel parco e in una mattinata si fa manutenzione, certo che più siamo e più si fa, quindi e mia speranza che non ci si limiti solo alle critiche ma ci si offra, come volontario per condividere il lavoro con gli altri. (In copertina una foto del parco dopo il lavoro di manutenzione fatto dai volontari).

Distinti saluti
Attilio Pelliconi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.