Faenza startup: 10 imprese per raccontare l’innovazione

Dieci startup per raccontare l’innovazione a Faenza. L’Emilia-Romagna è, insieme alla Lombardia, una terra di nuova imprenditorialità innovativa. La presenza di un tessuto economico molto attivo nel

Sede dell’incubatore d’impresa presso Centuria Faenza
Sede dell’incubatore d’impresa presso Centuria Faenza

campo della ricerca e sviluppo ed attento ad investire nell’alta formazione dei propri addetti ha infatti portato ad una fioritura delle startup fra Piacenza e Rimini. Nel 2016 sono state 54 le aziende premiate dalla Regione Emilia-Romagna con oltre 5 milioni di euro di derivazione comunitaria: la provincia di Ravenna non fa eccezione con le sue 55 nuove realtà imprenditoriali, situandosi al decimo posto per densità di startup sul totale delle imprese registrate alla Camera di Commercio. Però si fa presto a dire innovazione, ma di cosa si occupano veramente queste imprese? In quale settore economico sono attive? E per quale requisito specifico sono considerate delle startup? Per scoprirlo abbiamo preso in esame 10 startup del territorio faentino.

Le 10 startup di Faenza e dintorni

1. Smart Domotics

Inizio attività: 2013
Settore: Industria/artigianato
Requisito: Titolare di brevetto industriale o software registrato

Quest’azienda innovativa, nata all’interno dell’incubatore Torricelli di Centuria, si è aggiudicata nel 2016 il Premio Gaetano Marzotto di Roma, la più importante competizione per startup a livello italiano. Smart Domotics sviluppa tecnologie e servizi volti all’efficientamento energetico degli immobili come: apparecchi elettronici che monitorano i consumi di gas ed elettricità (smart metering) finalizzati a realizzare interventi mirati per consumare meno, possibilità di confrontare i risultati con quelli migliori per edifici/territori simili (cloud big data), regolazione automatica dell’illuminazione Led a seconda dei bisogni (automazioni per il risparmio). Si rivolgono a privati, piccole e medie imprese, pubbliche amministrazioni.

2. Biogas Europa

Inizio attività: 2014
Settore: Industria/artigianato
Requisito: Titolare di brevetto industriale o software registrato
Come è facilmente intuibile dal nome, Biogas Europa si occupa di realizzazione di impianti a biogas, sempre più collegati all’utilizzo intelligente degli scarti della produzione agricola ed industriale, che possono diventare fonte di energia (uno dei principi della cosiddetta “economia circolare”). Il mercato del biogas è in forte espansione e l’Italia, che è già il terzo produttore al mondo dopo Germania e Cina con 1.500 impianti attivi e 2 miliardi di metri cubi annui di gas naturale equivalente, ha visto un forte aumento delle installazioni dal 2010 in poi.

3. Eutronica

Inizio attività: 2015
Settore: Industria/artigianato
Requisito: Alti investimenti in ricerca e sviluppo
L’Emilia-Romagna si conferma terra di sperimentazione per la meccatronica e la meccanica dell’automazione: Eutronica nasce in questo settore come azienda che ha messo sul mercato LCR, robot a basso costo finalizzato ad ottimizzare le operazioni non standardizzabili. La mancata efficienza e la perdita di tempo nel far avere ad ogni linea di produzione le componenti necessarie, nel trasferimento di piccole attrezzature o utensili da un reparto ad un altro oppure nella consegna dei documenti possono incidere in maniera rilevante nei costi che un’impresa deve sostenere. Il robot LCR nasce quindi come “agente tuttofare” per aumentare l’efficienza della produzione nelle piccole e medie imprese.

4. Spesacasa

Inizio attività: 2016
Settore: Servizi
Requisito: Alti investimenti in ricerca e sviluppo, Addetti con alta formazione, Titolare di brevetto industriale o software registrato
Perchè correre fra un negozio e l’altro quando si può aspettare la spesa comodamente seduti sul divano di casa? Spesacasa offre proprio questo servizio: consegna domiciliare di prodotti ordinati online in una lista di 12 esercizi commerciali faentini. In un mondo nel quale il tempo libero è sempre di meno diventerà fondamentale ottimizzare i tempi per gli acquisti, e sistemi di prenotazione web della spesa a domicilio sono già attivi in molte grandi città europee.

5. APS

Inizio attività: 2015
Settore: Industria/artigianato
Requisito: Titolare di brevetto industriale o software registrato
APS (automatic patting system) è un azienda attiva nel campo dell’estetica e del benessere. Con la sua metodica brevettata (APS, appunto) consente un trattamento della pelle volta ad aumentarne l’elasticità e la tonicità, contrastando la cellulite e l’adipe.

6. Athena

Inizio attività: 2015
Settore: Servizi
Requisito: Alti investimenti in ricerca e sviluppo
Non poteva che essere un’impresa “intelligente” l’Atena srl, che condivide il nome con la divinità greco-romana della saggezza. Questa startup di Marzeno si occupa di impianti di trattamento dell’acqua e dell’aria sia per utenze domestiche e strutture ricettive. Offre quindi l’installazione di impianti che consentono di eliminare l’accumulo di calcare nelle condutture, a beneficio degli impianti di riscaldamento e di migliorare la qualità dell’acqua sotto il profilo chimico, fisico e microbiologico.

7. Festina Lente

Inizio attività: 2014
Settore: Servizi
Requisito: Alti investimenti in ricerca e sviluppo
La startup ha messo a punto un vademecum interattivo studiato per i controlli stradali da parte delle forze dell’ordine. Attraverso una comoda app accessibile da smartphone, sarà possibile verificare in tempo reale la regolarità del viaggio e del mezzo fermato, inserendo i dati di patente e libretto. Messa a punto con la collaborazione di un funzionario del Ministero dei trasporti, l’app Prontuario Patente&Libretto contiene una serie di funzionalità in costante aggiornamento, oltre ad indicazioni sulle procedure da mettere in atto. Controlli stradali a portata di click.

8. GreenBone Ortho

Inizio attività: 2014
Settore: Servizi
Requisito: Titolare di brevetto industriale o software registrato
La startup GreenBone è attiva nella biomimetica, una branca della tecnologia che fornisce soluzioni innovative ispirate ai meccanismi biologici presenti in natura, in questo caso dal mondo vegetale. L’impresa sviluppa impianti ossei derivati dal legno che sono riassorbibili dal corpo umano ed al tempo stesso adatti ad affrontare fratture scomposte.

9. U-Watch

Inizio attività: 2015
Settore: Servizi
Requisito: Alti investimenti in ricerca e sviluppo
U-WATCH si occupa di progettare e vendere dispositivi digitali simili ad orologi che siano di ausilio per persone affette da patologie che implicano deficit di movimento e orientamento, consentendo loro di rimanere costantemente monitorati e di mantenere però una loro autonomia

10. Esco solution

Inizio attività: 2016
Settore: Servizi
Requisito: Addetti con alta formazione
Esco solution è una Energy Service Company, un’impresa di beni e servizi che promuove l’efficienza energetica delle aziende, nata da una serie di grandi imprese attive in provincia di Ravenna. La startup si occupa di installazione e gestione di impianti di monitoraggio energetico, di consulenza al cliente per l’individuazione del miglior fornitore energetico, di check-up energetico e di formazione per le aziende (sempre nel campo delle tecnologie efficienti e dell’autoproduzione energetica).

Andrea Piazza

Rispondi