La scherma nazionale a Faenza, attesi 800 giovani

Si tratta di una gara federale di spada, fioretto e sciabola, sia maschile che femminile, che nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 marzo 2019 vedrà sfidarsi all’interno del “PalaCattani” di Faenza circa 800 giovani schermidori dai 10 ai 14 anni, provenienti da tutto il nord-est dell’ Italia, sulle 25 pedane da scherma allestite per l’occasione. «Siamo orgogliosi che la Federazione italiana Scherma ci abbia confermato per il terzo anno consecutivo questo importante compito – spiegano gli organizzatori – e della fiducia che unitamente al Comitato Regionale ci ha conferito, per una gara che solitamente varia comitato organizzatore ogni anno. A conferma di questa fiducia, durante la gara e al momento delle premiazioni interverranno anche rappresentanti ufficiali della Federazione Italiana Scherma, oltre alle autorità locali».

Attese, tra famiglie e partecipanti, 2.500 persone a Faenza

Trattandosi di una gara di calendario Federale, in cui gli atleti acquisiscono punteggi per i campionati italiani, i giovani atleti saranno accompagnati da istruttori e tecnici, e come sempre da genitori e fratelli, creando un notevole indotto per la nostra città, nell’edizione del 2018 abbiamo riscontrato infatti un’affluenza di oltre 2.500 persone. Le regioni coinvolte, oltre all’Emilia-Romagna, sono Veneto, Lombardia, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, per cui numerose famiglie pernotteranno in città i giorni precedenti la gara, le verifiche effettuate nel 2018 ci hanno confermano che hanno alloggiato nella nostra città oltre 500 persone.
Una delle caratteristiche che contraddistingue questa gara inoltre sarà la premiazione: le coppe saranno infatti realizzate in ceramica, ideate, create e personalizzate per l’occasione da una bottega ceramica locale. Le coppe in ceramica sono state molto apprezzate nelle edizioni precedenti, sia dai giovani vincitori che dai loro genitori.

Gare federali di spada, fioretto e sciabola

I primi otto classificati per ogni categoria infatti riceveranno una coppa in ceramica, per un totale di 144 coppe, e i vincitori torneranno a casa conservando oltre al bel ricordo della gara, anche un ricordo tangibile della nostra città, confermando quel legame tra sport e arte che da sempre contraddistingue le nostre iniziative. A tal proposito, abbiamo stipulato una convenzione con il Museo Internazionale delle Ceramiche, per dare la possibilità ai nostri ospiti di visitare il Mic a tariffa agevolata, anche questa iniziativa è stata molto apprezzata sia nel 2017 che nel 2018. Grazie al sostegno delle aziende sponsor, siamo riusciti preparare un pacco gara per tutti gli 800 giovani partecipanti, perché tutti i bambini metteranno il massimo impegno durante la gara, indipendentemente dal risultato finale e dalle coppe vinte.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.