La Romagna vista dalla luna: la presentazione del libro di Acsè il 9 maggio

I romantici ne subivano l’immenso fascino, i futuristi hanno cercato di assassinarla. Stiamo parlando della luna, il satellite della terra oggetto di amore e odio, ma soprattutto carico di mistero. Nel cinquantenario dell’allunaggio, molte sono le domande che ancora ci si pone da quel lontano 1969. L’associazione culturale Acsè celebra questo importante anniversario con l’uscita de “La Romagna vista dalla luna – ricordi, storia e letteratura” (White Line), un nuovo volume ricco di interventi volti a riscoprire il legame tra la nostra terra e la luna.

Un volume con scrittori e poeti romagnoli che hanno voluto rendere omaggio alla Luna

Il libro comprende testimonianze di chi ha vissuto quei momenti, le poesie in romagnolo dei poeti che si sono lasciati ispirare dalla luna, ma anche le prove di scrittori che hanno provato a varcare l’atmosfera terrestre con la forza dell’immaginazione; senza dimenticare chi, da scienziato o cronista, con i piedi ben fermi sulla terra ha gettato uno sguardo verso il cielo. Il libro sarà presentato giovedì 9 maggio, ore 18, al Palazzo delle Esposizioni (c.so Mazzini, 92) di Faenza, nell’ambito della mostra Terra Chiama Luna promossa dalla Casa Museo Raffaele Bendandi – Osservatorio Astronomico. Per l’occasione, Mattia Randi dialogherà con Valerio Ragazzini, Loris Rambelli e Paola Pescerelli Lagorio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.