Museo del Risorgimento, gli eventi partono con una mostra su Serafino Pasi

Un calendario di eventi volti a fornire una visione di insieme sulla storia socio-economica di Faenza nell’arco storico che va dal Risorgimento fino all’età contemporanea, realizzato da volontari e esperti di tutte le età che dedicano la loro opera all’onorare Faenza durante un periodo storico così significativo. E’stato presentato martedì 9 maggio a Palazzo Laderchi il calendario degli eventi e delle iniziative relativi al Museo del Risorgimento e dell’età contemporanea durante l’anno 2017.

Museo del Risorgimento protagonista di eventi e progetti a partire dal 13 maggio prossimo

Il calendario inizierà col primo evento sabato 13 maggio alle 10 con la mostra dedicata a Serafino Pasi e ai suoi ferri battuti, proseguendo poi il 24 maggio e il 2 giugno con due conferenze di presentazione dei due libri rispettivamente dedicati a Pio Bertini (medico degli alpini durante la Grande Guerra) e al grande stratega Carlo Mazzoli; successivamente il 14 giugno prossimo si terrà una conferenza sull’età napoleonica in Italia. Questi sono solo alcuni degli eventi in programma, in quanto si sta già programmando il calendario 2018, in cui verrà inserita una grande mostra della vittoria italiana nella Grande Guerra.

Per quanto riguarda i progetti in cantiere, ne è stato annunciato uno con l’Ateneo di Bologna previsto per l’autunno prossimo, con un insieme di proposte dell’Associazione Museo del Risorgimento (programmazione di conferenze sulla storia del Liceo Classico di Faenza durante il Risorgimento e sull’aviazione durante la Grande Guerra, tenute dal professor Stefano Drei, ex docente del Liceo “Torricelli”), e il recupero delle segnalazioni dei rifugi antiaerei nel centro storico in collaborazione con il Rotary di Faenza.

Annalaura Matatia

Rispondi