Il Ministero dà l’ok: purosangue ammessi al Niballo

Dopo mesi di attesa, è finalmente arrivato il responso ufficiale del Ministero della Salute che autorizza l’impiego dei cavalli di razza purosangue inglese nelle prossime manifestazioni del Niballo, Palio di Faenza.

Nella giornata di ieri, anche grazie al supporto del Senatore faentino Stefano Collina, l’Ufficio Palio del Comune di Faenza, ha ottenuto una specifica certificazione in cui il Ministero della Salute, premesse una serie di considerazioni sulle caratteristiche specifiche del Niballo Palio di Faenza, afferma espressamente che i divieti previsti dall’ ordinanza 3 agosto 2016 (c.d. ordinanza Martini), non si applicano alla corsa faentina.

Purosangue ok per il Palio di Faenza, la soddisfazione dell’amministrazione

Per il sindaco Giovanni Malpezzi “si tratta di un importante riconoscimento del percorso che l’ Amministrazione Comunale e il Senatore Collina hanno subito avviato, una volta entrata in vigore l’ordinanza 3 agosto 2016, per garantire la continuità e la spettacolarità dell’evento Palio.”

In questi mesi – continua Malpezzi – le sollecitazioni, l’interessamento e il sostegno del mondo rionale alla questione, non sono mai mancati e sono stati di grande supporto per raggiungere questo risultato importante.

“Siamo molto soddisfatti, ma eravamo anche fiduciosi – commenta Benedetta Diamanti, dirigente dell’Ufficio Palio del Comune di Faenza: l’attenzione alla sicurezza e al benessere degli equidi, le caratteristiche della pista, l’unione delle competenze tecniche e la collaborazione continua con il Ministero, ci hanno permesso di salvaguardare l’impiego dei cavalli di razza purosangue inglese nelle nostre manifestazioni”

Rispondi