Il Padiglione estate 2020 del Museo Carlo Zauli: i primi appuntamenti

Visite guidate, installazioni e spettacoli per ricominciare a vivere uno degli spazi più suggestivi di Faenza. Torna fino a ottobre 2020 il calendario estivo dedicato ai linguaggi contemporanei e alle contaminazioni di vari pubblici del Padiglione Estate del Museo Carlo Zauli di Faenza, che si caratterizza quest’anno con un appuntamento fisso quasi ogni martedì.

Mcz: uno spazio artistico unico della Romagna

Il Museo Carlo Zauli è un contenitore che dal 2002, attraverso le sue collezioni e le diverse attività culturali, esplora e diffonde l’arte contemporanea in tutti i suoi linguaggi, con un’attenzione particolare alla ceramica, materiale della tradizione locale. Si trova infatti a Faenza, in pieno centro storico, all’interno dei locali che furono dal 1949 di Carlo Zauli, uno dei più rappresentativi scultori del ‘900, di cui promuove il lavoro e la storia. L’Itinerario Carlo Zauli è un vero e proprio viaggio iniziato nel 2002, anno della morte di Carlo Zauli. Un viaggio che ha come base e punto di partenza il suo laboratorio, ora vivissimo con le proprie attività museali.

Il museo ospita due collezioni permanenti: una dedicata a Carlo Zauli e una composta dai lavori di artisti contemporanei. Svolge attività di conservazione, archiviazione e diffusione dell’opera dello scultore faentino attraverso la gestione dell’Archivio, mostre itineranti, pubblicazioni, eventi a lui dedicati. E’ divenuto in questi anni un punto di riferimento nella produzione e nella divulgazione dell’arte contemporanea, grazie alle sue molteplici attività nell’avanguardia culturale e nella sperimentazione: dalle Residenze d’Artista, ai cicli di conferenze, alle rassegne di musica contemporanea, oltre che a percorsi didattici. Sono inoltre intense le collaborazioni con altre attività culturali della città, in un’ottica di sviluppo della creatività sul territorio. Il museo è un’istituzione privata, quasi unica nel suo genere in Italia: si è infatti contraddistinto per l’innovativo rapporto tra qualità progettuale e gestione low budget e per le sue forme innovative di fundraising, che porta avanti insieme ai propri partners.

Visite guidate al Museo Carlo Zauli

Martedì e giovedì dalle ore 14 alle 17 e mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 19 alle ore 13. Domenica e lunedì chiuso.
La nostra esperienza e i nostri racconti renderanno la visita al Mcz un momento culturale unico e irripetibile. E’ possibile visitare sia la collezione Carlo Zauli che parte della collezione contemporanea. Prenotazione obbligatoria.

Avventure nello spazio dell’arte: edizione del sabato

Nasce un nuovo appuntamento rituale per conoscere il museo in compagnia di Matteo Zauli, che ogni volta vi accompagnerà in una particolare visita. Sabato Guidato, in questo senso, vuole essere un modo per far vivere il museo attraverso gli occhi di chi lo ha concepito e continua a dirigerlo, facendo anche comprendere le peculiarità di una piccola struttura privata carica di storia, ma che porta le avanguardie contemporanee in provincia. Le visite sono in programma i sabati 20 giugno, 18 luglio, 29 agosto, 19 settembre, 24 ottobre, 21 novembre e 19 dicembre. Massimo cinque persone, prenotazione obbligatoria.

Visite guidate speciali

Martedì 16 giugno: Tutti al Museo, Museo aperto dalle ore 18 alle 22

Martedì 30 giugno: Speciale Avventure nello spazio dell’arte, edizione notturna, ore 21. Poesia della terra, visita guidata letteraria con Matteo Zauli. Sonorizzazioni a cura di Jacopo Casadei.

Martedì 7 luglio: Serata di presentazione di arte terapia, ore 21

Martedì 14 luglio: Visita guidata con Viola Emaldi, ore 21

Martedì 21 luglio: Incontro con l’artista Andrea Salvatori e visita guidata performativa. Drink da asporto a cura di Monica&Tonica

Martedì 28 luglio: Incontro con l’artista Luce Raggi e visita guidata performativa. Drink da asporto a cura di Monica&Tonica

Le visite sono tutte a prenotazione obbligatoria.

Serate di improvvisazione con Teatro Wannabe

Martedì 23 giugno arrivano al Mcz le improvvisazioni del Teatro Wannabe. Due repliche, entrambe della durata di 45 minuti alle ore 21 e ore 22.
Il Tocco a Specchio è un fenomeno psichico consistente nell’insorgenza di una sensazione in concomitanza con una percezione sensoriale diversa. Tocco a specchio è uno spettacolo di teatro d’improvvisazione site-specific che Teatro Wannabe ha progettato per il Museo Carlo Zauli. Le suggestioni del pubblico, ispirate dalle opere del museo, danno vita ad un caleidoscopio di scene, monologhi e canzoni: parole, suoni e silenzi giocano con spazi, luci ed ombre del museo che diventa esso stesso scenografia, ispirazione e protagonista. Tocco a specchio gioca sulla capacità degli improvvisatori di creare e interagire con il pubblico, sul rischio del fallimento, sull’epos e sul lato tragicomico di ogni storia, evocando dal vivo l’estemporaneità del processo creativo.

Il format è originale del Teatro Wannabe in collaborazione con MCZ; con Francesco Bentini, Max Mascagni + special guest; musiche di Silvia Valtieri.
Ingresso al museo + spettacolo 8 euro.
Info e prenotazioni: museocarlozauli@gmail.com (indicate il numero dei posti e l’orario scelto, vi daremo conferma) +39 333 8511042

Gli interventi di Padiglione Estate sono possibili grazie al contributo della Regione Emilia-Romagna

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.