Eraldo Baldini alla Bottega Bertaccini il 4 giugno per raccontare la Romagna notturna

Eraldo Baldini racconta la Romagna notturna, oscura e misteriosa nei suoi ultimi tre libri sabato 4 giugno 2022 alle 18.30 presso la Bottega Bertaccini Faenza.

La Romagna notturna di Eraldo Baldini

Eraldo Baldini torna dopo due anni alla Bottega Bertaccini, sabato 4 giugno alle 18.30 per la presentazione di  “Fantasmi e luoghi stregati di Romagna”, “Romagna arcana” e “Streghe, malefici e magia popolare in Romagna” , quest’ultimo scritto con Simona Camporesi che sarà presente. Eraldo Baldini, mettendo a frutto una vita di studi e di ricerche, offre ai lettori la documentatissima e coinvolgente guida per un percorso che si addentra nei territori più enigmatici e suggestivi, con testi di grande rigore metodologico e insieme di piacevole lettura. Dopo i fantasmi e i luoghi stregati, dopo la Romagna dei folletti, delle fate, dei draghi e di altri essere fantastici, nell’ultimo libro appena pubblicato Camporesi e Baldini si occupano di uno dei fenomeni culturali più diffusi in ogni epoca e ad ogni latitudine: quelli della magia e della stregoneria. Ma chi erano davvero i sospettati di stregoneria, e come si arrivò alla persecuzione che causò centinaia di migliaia di vittime? Chi erano le streghe e gli stregoni? Con questo nome venivano indicate quelle persone che, “con l’ausilio di formule, pozioni, rituali magici e aiutate dal Diavolo” (secondo quanto si sosteneva) facevano malefici su uomini e animali, scatenavano tempeste, distruggevano raccolti. Non solo: come strega o stregone veniva poi bollato dalla cultura egemone chi svolgeva pratiche collocabili nella medicina popolare assolvendo al compito di fattucchiera, mammana, “mago”, guaritore impegnato a fare e disfare incantesimi o malie e ad affrontare le malattie e le angosce dell’epoca con gesti, rituali e rimedi di un sapere tramandato da secoli.

Info e prenotazioni

E’ gradita la prenotazione al numero 0546 681712
 

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e qui continuo a studiare Italianistica. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.