Ceramica digitale: i liceali di Lugo all’opera con la stampa 3d ispirati da Carlo Zauli

Unire la stampa 3d all’arte di uno dei maestri del ‘900. Inaugura al Museo Carlo Zauli il prossimo 25 maggio 2019 alle ore 17 la mostra realizzata dagli studenti del liceo scientifico Ricci Curbastro di Lugo in collaborazione con il Museo stesso. Nell’ambito delle proprie esperienze formative, da un paio d’anni concentrate in particolare sul mondo degli adolescenti, il museo ha affiancato per il secondo anno il liceo nel progetto “Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento” (ex Alternanza scuola-lavoro) con la classe 3ASA. Il progetto, dal titolo Ceramica Digitale, si è svolto da ottobre a maggio grazie al finanziamento del Miur “Piano Triennale delle Arti”. Il progetto è stato pensato come “ricerca, studio e valorizzazione dell’artigianato artistico ceramico nell’ambito territoriale e tradizionale della città di Faenza nonché di tecniche di produzione artigianale, sostenute da esperienze dirette di lavorazione dei materiali e produzione di artefatti, basate sull’utilizzo di tecnologie innovative quali, FabLab, modellazione e stampa 3D, multimedialità”.

In tutto realizzati 25 prototipi in ceramica

A tal fine gli alunni hanno imparato ad utilizzare il livello base di un software professionale di disegno 3D come Rhinoceros e, ispirati dalle opere di Carlo Zauli osservate in occasione di una visita al museo, hanno progettato un oggetto decorativo scultoreo, in ceramica, seguendo il brief indicato da Matteo Zauli. Sono stati quindi prodotti da parte del Museo 25 prototipi in ceramica grazie alle innovative stampanti 3D Wasp di Massa Lombarda.  In mostra oltre ai prototipi ceramici anche quelli stampanti in plastica Pla dal FabLab del liceo.

Gli alunni partecipanti:

Barbieri Filippo, Baroncini Davide, Bertuzzi Daniel, Bosi Edoardo, Corrado Simone, Cristoferi Valentina, Fabbi Alessandro, Ferrara Giorgia, Gaddoni Enrico, Giovannini Chiara, Giovannini Jacopo, Guzzon Rachele, Marangoni Andrea, Merola Matteo, Natali Marika, Pirazzini Marco, Ragazzini Lorenzo, Ricci Federico, Ricci Mattia, Ricci Maccarini Matteo, Rotariu Vlad, Scaglione Daniela, Taroni Martina, Tellarini Riccardo, Valli Eric

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.