Al Mic le interviste immaginarie per raccontare l’Europa e la ceramica

Tra gli invitati ci saranno persino il famoso Casanova e Sigmund Freud e, tra una bevuta e l’altra, si potrà cogliere l’occasione per conversare con la monaca di Monza. Sono queste alcune delle interviste immaginarie che verranno messe in scena martedì 26 giugno a partire dalle ore 18 dall’associazione Fatti d’arte in occasione dell’ultimo aperitivo d’estate al Mic (Museo internazionale delle ceramiche) di Faenza. La visita guidata alla mostra “Stili di vita europei attraverso la ceramica. Dal Barocco ai giorni nostri” sarà infatti animata dagli interventi degli attori che alterneranno i momenti didattici con interviste immaginarie a personaggi appartenenti al periodo storico della mostra.

Al Mic la mostra sugli stili di vita europei

Saranno circa duecento oggetti provenienti da nove musei europei con lo scopo di capire come la ceramica possa diventare un racconto delle abitudini alimentari e dei gusti della società. La mostra, frutto della collaborazione tra i principali musei europei dedicati alla ceramica e finanziata da Europa Creativa, attraversa i secoli e si vedranno così i mutamenti portati dalla diffusione in Europa di bevande “esotiche” come il caffè e la cioccolata che diventarono di gran moda e status symbol di raffinatezza delle classi più ricche nel Settecento, servizi da tavola, porta stuzzicadenti, scaldini, vasi, fino ad arrivare al design contemporaneo e alla ceramica applicata alla ricerca biomedica.

Il percorso è contestualizzato da arredi, dipinti, tessuti che mostrano le ceramiche nei loro ambienti ed è corredato da ampi pannelli fotografici che raffigurano, attraverso frammenti di scene tratte da quadri e fotografie, l’utilizzo degli oggetti in ceramica nella vita quotidiana. Al termine verrà offerto un aperitivo nel giardino del museo.

Un pensiero riguardo “Al Mic le interviste immaginarie per raccontare l’Europa e la ceramica

Rispondi