Aprono le iscrizioni all’Isia di Faenza: 9 su 10 trovano lavoro dopo un anno

Professione designer: c’è tempo fino al 31 agosto 2016 per potersi iscrivere al prossimo anno accademico dell’Isia (Istituto superiore per le industrie artistiche) di Faenza, uno dei cinque istituti di questo tipo in Italia i cui corsi universitari sono completamente dedicati al design. Una professione che sembra essere particolarmente ricercata dal mondo del lavoro: stando ai dati dell’istituto il 92% dei laureati di secondo livello Isia di Faenza (cioè quelli che terminano il percorso di studi di cinque anni) trova lavoro entro un anno dal titolo, con un tempo medio di attesa per arrivare al primo contratto di soli quattro mesi. Per poter accedere è previsto il superamento di un esame di ammissione, che si svolgerà il 5 settembre per i corsi di primo livello (laurea triennale), mentre si svolgerà l’8 settembre il colloquio per il secondo livello (i due anni di specializzazione).

Test di ingresso il 5 settembre: 30 studenti per anno

Il corso di Faenza è stato fondato nel 1980 da un gruppo di esperti (tra cui l’artista e designer Bruno Munari). La sede di Faenza, collocata nel seicentesco Palazzo Mazzolani, in pieno centro storico a Faenza, propone un corso triennale di primo livello in Design del prodotto – a cui possono fare domanda tutte le persone in possesso di maturità di scuola superiore quinquennale – e un corso biennale di secondo livello in Design del prodotto e Progettazione con materiali avanzati, dove è possibile seguire attività opzionali nel campo del Design della Comunicazione. Possono accedere un massimo di 30 studenti l’anno e le lezioni del nuovo anno accademico inizieranno il 5 ottobre 2016.

Isia di Faenza: il campus anglosassone come modello

«L’Isia fornisce un elevato livello formativo – spiega il direttore Roberto Ossani – nel quale gli studenti imparano direttamente da docenti che sono professionisti del design, come in una moderna bottega rinascimentale. E sono coinvolti in modo profondo e partecipato nella vita dell’istituzione, in maniera più simile ad un campus universitario anglosassone che ad una classica facoltà italiana».

Una via italiana alla didattica del design, basata su un originale modello formativo in cui, attorno ai due indirizzi storici degli istituti di design (product design e visual design) si sviluppano delle opzioni didattiche di complemento, che vanno dal packaging design al fashion design, all’automotive design, al video-making.«L’Isia di Faenza rappresenta un’eccellenza in Italia, – continua Giovanna Cassese, presidente dell’Isia di Faenza – un grande patrimonio materiale e immateriale che promuove in una sede prestigiosa nel cuore della città la cultura del design, quale grande risorsa economica ed identitaria dell’Italia».

Isia di Faenza:  i premi agli studenti

Nell’ultimo anno accademico, gli studenti Isia di Faenza si sono aggiudicati diversi riconoscimenti in concorsi italiani e internazionali. A partire dal progetto “Design for Superheroes”, la collezione di fashion design ideata dagli studenti Isia per giovani diversamente abili e selezionata per la mostra sezione “Giovani under 35″ alla 21esima Triennale di Milano (in mostra alla Fabbrica del Vapore fino all’11 settembre), passando dal primo premio vinto al contest indetto dalla polacca “Fado Design”, sezione riservata alla stampa 3d, per la progettazione, attraverso questa nuova tecnologia, del miglior gioiello in titanio; dal secondo premio vinto al Creativity Box concorso di packaging design indetto dall’azienda marchigiana “Box Marche”, fino ad arrivare alla 12esima edizione del concorso “Artex Scenari di Innovazione”, dove gli studenti Isia si sono aggiudicati – per la sezione Università – il primo e il secondo premio e ben 9 menzioni.

 

Rispondi