Incontri d’autunno: primo evento il 22 ottobre con Maurizio Maggiani e Giovanni Nicolini

L’associazione Romagna-Camaldoli con il patrocinio del Comune di Faenza in collaborazione con Accademia Perduta/Romagna Teatri, Biblioteca Manfrediana, cinema Europa, Caritas diocesana e Centro missionario diocesano organizza la nuova edizione degli Incontri d’autunno di Faenza. Il primo appuntamento dedicato a “Il potere e la libertà” sarà martedì 22 ottobre 2019 alla sala consiliare E. De Giovanni della Residenza municipale con inizio alle ore ore 20.45. Relatori dell’evento saranno Maurizio Maggiani (Premio Strega 2019) e Giovanni Nicolini, parroco, ex direttore della Caritas diocesana di Bologna. L’evento prevede meditazioni su “La leggenda del Grande Inquisitore”, lettura di brani tratti da Dostoevskij, I fratelli Karamazov. Voci recitanti: Maurizio Casali e Mariolina Coppola, attori di Accademia Perduta; introducono don Marco Ferrini e Giorgio Gualdrini.

Maurizio Maggiani

Nato nella cittadina ligure di Castelnuovo Magra, dopo aver ultimato gli studi ha svolto innumerevoli lavori fra i quali l’insegnamento presso il carcere di circondariale di La Spezia. Approdato alla letteratura, ha vinto numerosi premi letterari fra i quali il Premio Strega, che lo ha consacrato come uno dei principali scrittori italiani. Fra i libri più recenti, editi soprattutto da Feltrinelli, ricordiamo Il romanzo della nazione (2015), La zecca e la rosa. Vivario di un naturalista domestico (2016), L’amore (2018). Vive a Faenza. Un suo recente dialogo con l’architetto Renzo Piano presso il palazzo Ducale di Genova è stato raccolto nel volume Città di mare (2019) a cura di Paolo Magris e Margherita Rubino.

Giovanni Nicolini

Dopo la laurea in Filosofia ha studiato Teologia all’Università Gregoriana. Ordinato presbitero nel 1972, a Sammartini di Crevalcore ha fondato la “Comunità delle Famiglie della Visitazione”. Nel 1998 è diventato direttore della Caritas diocesana di Bologna. E’ stato parroco di Sant’Antonio, la chiesa adiacente al carcere della Dozza. Da questa vicinanza è nato il suo impegno per i carcerati con i quali ha dato vita a una cooperativa per la produzione di borse e, assieme al compianto amico Claudio Abbado, al coro Papageno, formato da carcerati e volontari. Fra i suoi libri più recenti ricordiamo: Non abbiate paura! (2014); Visitare i carcerati. La misericordia libera più di ogni pena (2018).

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.