Faenza: approvato l’odg “Contro le discriminazioni di identità sessuale”

Il Consiglio comunale di Faenza, nella seduta di lunedì 27 novembre 2017, ha approvato a larga maggioranza un Ordine del giorno, presentato dal gruppo Partito Democratico, “Contro ogni discriminazione di genere e di identità sessuale”. Così il capogruppo Niccolò Bosi commenta la presentazione del testo: «Certo sarebbe bello non dover discutere ordini del giorno di questo tipo. Purtroppo però ancora oggi avvengono episodi discriminatori legati esclusivamente all’orientamento sessuale; non per ultimo uno nella nostra città avvenuto a fine estate. Episodio che ha poi visto una reazione spontanea degli studenti dell’istituto superiore che è frequentato dal ragazzo vessato. Quello fu un gesto di grande valore e importanza e che spinge tutti noi a pensare, a fare qualcosa».

Niccolò Bosi: “Necessario avviare un confronto con i gruppi Lgbt”

«Spesse volte – prosegue Bosi – oltre al dramma legato all’episodio discriminatorio fa ancora più male il silenzio, l’indifferenza, la solitudine e l’impunità: infatti ad oggi il nostro ordinamento non prevede il reato di omofobia. Un reato commesso esclusivamente perchè una persona ha un diverso orientamento sessuale è spregevole. Per questo motivo nel testo dell’Ordine del giorno si chiede che il nostro Comune prosegua con azioni positive e propositive per una comunità che sia sempre più rispettosa di ogni persona; è inoltre importante condannare, come amministrazione, gli episodi denigratori per evidenziarne la gravità e per far sentire la vicinanza di tutta la comunità a chi è vittima. Infine si chiede di avviare un confronto con le associazioni e i gruppi Lgbt del territorio per studiare le metodologie di attuazione della Strategia Nazionale Lgbt dell’Unar, validata dal Ministero per le Pari Opportunità, al fine di creare percorsi e momenti formativi e conoscitivi per prevenire e fare in modo che non avvengano più episodi discriminatori omofobi».

Rispondi