Il nuovo libro di Eraldo Baldini tra “Fantasmi e luoghi stregati di Romagna”

Anche la Romagna ha le sue storie di fantasmi e apparizioni. Quando nelle campagne romagnole si andava a trebbo, grande spazio occupavano i fatti del mistero, ma oggi, che a trebbo non ci si va più, in un presente tutto tecnologico e razionale, ha ancora senso parlare e scrivere di fantasmi? Certamente sì, perché gli enigmi su cosa ci sia dopo la morte, sull’esistenza di un mondo invisibile o sfuggente, sul mistero di esistenze immateriali non hanno di certo smesso di affascinare l’uomo. Nel suo nuovo libro “Fantasmi e luoghi stregati di Romagna” (Il Ponte Vecchio) Eraldo Baldini racconta la Romagna dei luoghi stregati e infestati, la sua galleria di personaggi che tornerebbero dall’aldilà a manifestarsi e a inquietare i vivi. Un’opera frutto di una paziente ricerca, che raccoglie e analizza testimonianze, leggende, dicerie, i frutti dell’immaginario della nostra regione.

Venerdì 13 ottobre la presentazione presso la Bottega Bertaccini. Un viaggio tra mito millenario e fantasia recente, e che riguarda ogni angolo della Romagna

Venerdì 13 ottobre alle ore 21 Eraldo Baldini sarà ospite presso la Bottega Bertaccini  per presentare il suo nuovo libro. Parteciperà anche Rocco Penazzi, guida del gruppo Mystery Leader. Quello dell’autore romagnolo è “un viaggio che spazia tra storia e leggenda, tra folklore e cronaca, tra antichità e attualità, tra mito millenario e fantasia recente, e che riguarda ogni angolo della Romagna: dalle città maggiori ai paesi più piccoli, dai ruderi dei castelli ai moderni edifici, dai boschi collinari alle campagne della pianura, dalla costa agli Appennini.” Una lunga e sorprendente carrellata sul “lato oscuro” di una terra che non è, dunque, sempre e solo “solatìa”.

Rispondi