Ausl Romagna si stringe attorno alla morte di Donatella Brandi, vittima del Covid 19

A seguito della scomparsa, martedì 28 aprile, di Donatella Brandi, operatrice presso l’Ospedale di Faenza e residente a Fognano (nel comune di Brisighella) la direzione aziendale Ausl Romagna rende noto il seguente messaggio di cordoglio: «Con profondo dolore abbiamo appreso della scomparsa di Donatella, operatrice dell’Ospedale di Faenza colpita da coronavirus. Nonostante gli sforzi dei medici, che erano anche suoi compagni di lavoro, non ce l’ha fatta. E’ la prima della nostra “famiglia” che perde la vita a causa di questo virus e la notizia, non lo nascondiamo, ci getta nello sconforto».

Si tratta della 1^ vittima di Ausl Romagna per Coronavirus

«Il nostro pensiero – conclude il comunicato dell’Ausl – va ai famigliari di Donatella, ai quali ci uniamo con le nostre preghiere, e ai colleghi di lavoro cui vogliamo esprimere la consapevolezza dello straordinario impegno che stanno mettendo in campo per curare e prendersi cura dei malati, e l’assicurazione che questa direzione continuerà a lavorare affinché si possa operare nelle condizioni di massima sicurezza».

Il cordoglio del presidente dell’Unione, Giovanni Malpezzi

«In questo momento il mio pensiero è rivolto agli operatori sanitari, la categoria più esposta al contagio che mette a rischio ogni giorno la propria salute – scrive il sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi – Contemporaneamente penso a quanti faentini ricoverati, in questi anni Donatella abbia teso la mano per un gesto di conforto o una parola di incoraggiamento, a quanta forza e sensibilità abbia messo nel proprio lavoro per aiutare gli altri a fare in modo che stessero meglio. Quella sanitaria è una missione più che un mestiere. Perciò oggi possiamo solo provare a sdebitarci, a salutarla in questo doloroso passaggio, e simbolicamente ringraziarla di tutto e, con lei, ringraziare tutti coloro che spendono la loro vita per gli altri. Con questo mi unisco alle condoglianze ai familiari».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.