Da Satispay alla Ventis Card, La Bcc collante dell’ecosistema innovativo in Romagna

Non solo Satispay, la famosa startup italiana che consente di fare micropagamenti con il proprio smartphone: sono diverse le realtà innovative supportate dalla Bcc ravennate forlivese e imolese nel proprio territorio. Dal “groupon romagnolo” di Tippest alla nuova Ventis card che permette di entrare in contatto con le eccellenze enogastronomiche locali, ecco alcuni dei progetti e delle startup a cui la banca fa da collante in Romagna: anche di questo si è discusso a Imola Programma, il Glocal Innovation Forum che si è tenuto presso l’Autodromo di Imola venerdì 16 e sabato 17 marzo su iniziativa di Innovami e Local Focus (e a cui hanno partecipato aziende e startup hight tech, scuole superiori di Imola, nonché le primarie aziende del territorio).

Emanuele Tarroni a Imola Programma.

Banca di comunità, tecnologia, territorio e sviluppo, non solo una mera unione di intenti, ma un progetto che funziona e che può essere esportato. Sabato mattina hanno relazionato all’incontro di Imola Emanuele Tarroni, de La Bcc ravennate forlivese e imolese e Gabriele Nanni, di Iccrea (la Capogruppo alla quale ha aderito La Bcc), hanno evidenziato il ruolo della banca di comunità, la Bcc, nel contesto emiliano romagnolo, e il ruolo di collante che la Banca può avere, a livello di servizi per clienti, territorio, e imprese, in ambito turismo, ma non solo. In un mondo e un mercato globale, dove si sono affacciati da tempo grandi player come Apple, Amazon, Facebook solo per citarne alcuni, la Bcc può, facendo propri i principi strategici del progetto ideato con Iccrea sul turismo emiliano romagnolo (sostenibilità, innovazione, accessibilità), essere punto di riferimento per consumatori ed esercizi commerciali creando, facilitando e sostenendo il sistema di relazioni col territorio. E lo fa con modalità innovative, attraverso partnership nazionali e locali.

Satispay e La Bcc, binomio da oltre 300mila euro di cashback erogato

Entri in negozio, acquisti, paghi digitando una password sullo smartphone. Il funzionamento di Satispay è semplice e sicuro ed in questo sta tutto il suo valore: ha costruito il suo successo sulla facilità d’utilizzo, sulla semplicità del funzionamento e sulla sicurezza della transazione. A tutto ciò si aggiunga la gratuità del pagamento e una serie di offerte speciali a incoraggiarne l’adozione, e il risultato è un progetto che ha proiettato il marchio ai vertici del mondo startup italiano.«La collaborazione con Satispay, startup fondata nel 2013 nel campo dei pagamenti elettronici – spiega La Bcc – ha comportato tra i nostri esercenti più di 1.000 convenzioni stipulate, e oltre 330mila euro di cashback erogato a favore dei consumatori che hanno utilizzato lo strumento. Si tratta di sconti di cui i clienti di esercizi commerciali hanno usufruito e che sono stati erogati direttamente da Satispay per promuoversi e facilitare la propria diffusione. Conseguenza diretta di questo è stato il naturale incremento delle vendite da parte degli esercenti che hanno creduto nel progetto proposto dalla Bcc».

Tippest: il gruopon made in Romagna

Questa positiva esperienza viene ora consolidata e rafforzata. Stiamo parlando di Tippest, che potremmo definire il “Groupon romagnolo” e che, attraverso l’omonima piattaforma, promuove le attività commerciali del territorio attraverso lo strumento dei coupon gratuiti o a prezzi fortemente scontati. Una piattaforma di social shopping made in Romagna. Un esempio può essere una cena per due persone scontata del 50% oppure la possibilità di entrare in una cartoleria e acquistare cancelleria a prezzi scontati semplicemente presentando il coupon stampato dal portale Tippest. Altrettanto importante è la partnership con Shopping Plus, azienda locale che costruisce piattaforme per lo sviluppo dei cosiddetti centri commerciali naturali, ovvero sistemi di collaborazione tra negozi dei centri storici delle città. Questo permette ai negozi di consorziarsi e sviluppare assieme sistemi di fidelizzazione e di promozione pubblicitaria. Vi sono altre collaborazioni in cantiere e che vedranno luce nei prossimi mesi. Il punto di incontro di tutte queste iniziative è il sistema di terminali Pos proposto dalla Bcc. Infatti, attraverso queste apparecchiature, è possibile far confluire tutte le iniziative di cui si è parlato, permettendo i pagamenti con carte, Satispay, Tippest e molto altro.

Ventis, startup di Rimini che punta al mercato globale

In soli due anni ha aggregato più di 1.500 piccole imprese nei settori della moda, dell’arredamento e dell’enogastronomia aprendo loro il mercato globale con le vendite online. Ora Ventis, startup nata a Rimini nel 2015 conta 800mila clienti in Italia e si prepara a sbarcare negli Usa e negli Emirati Arabi. Ventis è il portale di vendite a tempo (flash sales) che il Gruppo Bancario Iccrea promuove per valorizzare le eccellenze enogastronomiche dei territori. In questo portale si possono trovare offerte importanti di tante aziende del territorio italiano proposte dalle singole Bcc. «La nostra banca promuove Ventis – spiega La Bcc –  anche tra i propri soci e clienti con diverse iniziative che stanno nascendo proprio in queste settimane, tra le quali la nuovissima Ventis Card, la nuova carta di prestigio de La Bcc».

Rispondi