Argillà 2016: gli orari della mostra mercato di Faenza

Stand da tutto il mondo, conferenze, laboratori e attività per bambini: il sipario della quinta edizione di Argillà Italia si alzerà a Faenza alle ore 14 di venerdì 2 settembre 2016. A partire da quel momento infatti prenderanno il via per il centro della città gli eventi del festival internazionale e mostra-mercato della ceramica artistica, evento “gemellato” con Aubagne in Francia e con Argentona in Spagna.

La mostra mercato resterà aperta per la prima giornata sino alle 22.30. Nella giornata successiva, sabato 3 settembre, la mostra-mercato aprirà le proprie parte alle ore 10 e si concluderà alle 22.30. La giornata conclusiva, domenica 4 settembre, incomincerà sempre alle ore 10 per terminare alle 21.30. Tre giorni per passeggiare nel centro storico della città, fare acquisti, curiosare tra gli stand, ma anche tre giorni per conoscere a fondo la cultura ceramica attraverso una visita al Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza – la più grande raccolta di ceramica al mondo – e un calendario fittissimo di mostre, conferenze sull’arte ceramica e design contemporanei, cotture ceramiche all’aperto, attività per bambini, eventi e laboratori interattivi. Il polo principale delle Mostre di Argillà sarà costituito da Ridotto e Foyer del Teatro Masini, in Piazza Nenni, dove ritorna anche la competizione spettacolare del Mondial Tornianti.

Argillà 2016: navette green da Piazzale Pancrazi

Per rendere la vostra visita più agevole, sarà disponibile il Green-Go bus, un servizio di bus navetta ecologico e gratuito in partenza ogni cinque minuti dal parcheggio di Piazzale Pancrazi, con fermata in Via Martiri Ungheresi, a pochi passi da Argillà Italia. Il mezzo è fornito da Viaggi Erbacci, partner tecnico dell’evento.

Argillà 2016: da tutto il mondo 250 espositori

Per l’edizione 2016 gli espositori sono circa duecentocinquanta, provenienti da tutta Europa (Austria, Belgio, Estonia, Francia, Germania, Lettonia, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Ungheria) con una particolare affluenza dalla Francia che, per questa edizione, è stata scelta come Paese Ospite e a cui saranno dedicate mostre e conferenze, oltre ad un’area specifica della mostra-mercato (nel settore A, di fronte al Museo internazionale delle ceramiche), nell’ambito di Vive la France.

Rispondi