Al via un’indagine di mercato della Romagna faentina per il restauro di MIC e Palazzo del Podestà 

Restauro, ripristino funzionale e sicurezza sismica. Questi gli obiettivi dei lavori che impegneranno due cantieri in città di prossima apertura. I destinatari dei lavori? Una porzione del Museo Internazionale delle Ceramiche (MIC) e Palazzo del Podestà. Così, l’Unione Romagna Faentina (URF) ha avviato un’indagine di mercato per cercare imprese interessate ai lavori di questi due beni, mediante la pubblicazione di due avvisi sul sito istituzionale www.romagnafaentina.it. I cantieri saranno sottoposti a vincolo di tutela dei Beni culturali per i luoghi di importanza strategica.

 

Interventi di miglioramento sismico e restauro tra gli obiettivi dei cantieri

I lavori di restauro saranno rivolti ad una porzione di fabbricato del Museo Internazionale delle Ceramiche, con destinazione d’uso biblioteca, unitamente ad un intervento locale di miglioramento sismico (importo stimato dei lavori 230 mila euro). A questi si uniscono i lavori d’intervento di miglioramento sismico, consolidamento e restauro di copertura e facciate del Palazzo del Podestà (importo stimato 490 mila euro). Entrambi i lavori sono cofinanziati con risorse comunitarie, regionali e provenienti da Fondazioni bancarie.

 

Come candidarsi

I cantieri, di prossima apertura, avranno la durata di 90 giorni e si concluderanno entro la fine del 2017. Le imprese interessate ai lavori devono comunicare la propria disponibilità all’Unione della Romagna Faentina, Settore Lavori pubblici – Servizio Progettazione Edifici (piazza del Popolo 31, Faenza) entro il 25 luglio prossimo.

Per Informazioni presso lo stesso servizio (tel. 0546 691309).

Rispondi