Andrea Zambelli vince la 100 Km del Passatore 2018

Non riesce il “13” a re Giorgio e la 100 km Firenze-Faenza cambia così padrone. E’ Andrea Zambelli il vincitore della 100 km del Passatore 2018. Il reggiano, dopo il 2° posto della scorsa edizione, taglia il traguardo in 6h54’34’’ precedendo il tedesco Benedikt Hoffmann (7h4’52’’). Terzo, decisamente più staccato, il recordman Giorgio Calcaterra che cede il “trono” dopo una striscia di dodici successi consecutivi.

In tutto 2.946 atleti alla partenza. Nei primi Km detta il ritmo il britannico Grantham

La partenza, avvenuta alle 15 in punto da Piazza del Duomo a Firenze, con la presenza dell’assessore allo sport di Firenze Andrea Vannucci, Eugenio Giani Presidente del Consiglio della Regione Toscana e Giordano Zinzani presidente dell’Asd 100 km Passatore, ha visto 2.946 iscritti al via – erano stati 2.705 nel 2017- . Nei primi chilometri è il britannico Lee Grantham, transitato a Fiesole (km 7,5) in 29’57’’, seguito a circa due minuti da Giorgio Calcaterra, Marco Ferrari, Benedikt Hoffmann e Matteo Lucchese, a dettare il ritmo della gara.

Nikolina Sustic ancora prima tra le donne

Nikolina Sustic all’arrivo in piazza del Popolo.

Quinta assoluta, e prima tra le donne, la croata Nikolina Sustic, giunta al traguardo in 7h53’55’’ ad oltre 59 minuti dal battistrada. Sesto posto per il faentino Mirco Gurioli, settimo Marco Ferrari, ottavo il sorprendente Roberto Isolda, nono Marco Lombardi, decimo, a gran sorpresa, il danese Mathias Jorgensen. Per quanto concerne la classifica femminile, Sustic ha preceduto la connazionale Marija Vrajic e la faentina Elisa Zannoni.

Il recupero di Andrea Zambelli dalla Panicaglia e il duello col tedesco Hoffmann dalla Colla di Casaglia

Al 27° km Grantham rimedia una storta e, nonostante la stoica resistenza nel mantenere la 7° posizione, si ritira all’altezza di Razzuolo. A Borgo San Lorenzo (km 31,5) Zambelli prosegue nella rimonta occupando la sesta piazza mentre, la Sustic, mantiene la testa tra le donne, seguita dalla connazionale Marija Vrajic e dalla faentina Elisa Zannoni.  Il recupero di Zambelli è proseguito sino alla terza piazza all’altezza di Panicaglia (35,7 km), quindi la seconda a Ronta (39,6 km) e infine la testa della corsa superando Hoffmann. Al passo della Colla di Casaglia (km 48) il tedesco ha preso il comando sorpassando nuovamente il reggiano, dando via ad un tira e molla durato sino a Crespino (55,6 km) dove, Zambelli, ha artigliato la prima posizione. A seguire Calcaterra tallonato da Ferrari, più staccati Marco Serasini, Mirco Gurioli, Silvano Beatrici e Lorenzo Lotti, con Marco Lombardi e Roberto Isolda a completare la top 10. A Marradi la coppia di testa formata da Zambelli e Hoffmann rimane serratissima – seguiti a undici minuti da Calcaterra- ma ad Errano il reggiano si crea un vantaggio di un minuto sul tedesco, staccando definitivamente Calcaterra -in una salda terza posizione – e ipotecando così la vittoria della 100Km del Passatore.

Dopo 12 anni la 100 km cambia vincitore: ecco chi è Andrea Zambelli

Andrea Zambelli all’arrivo in piazza del Popolo.

Il sorpasso era nell’aria già lo scorso anno: quest’anno è diventato realtà. Andrea Zambelli, classe 1970, finora vantava ottime prestazioni alla Firenze-Faenza, che ha corso nel 2014 in 7.17.22. Dopo il quarto posto nel 2015, nel 2017 Andrea Zambelli arrivò secondo alla scorsa edizione del Passatore, distanziato di 4’17” da Calcaterra.

L’atleta vanta anche piazzamenti importanti nella 50 km di Romagna a Castel Bolognese e nella Pistoia Abetone, con il titolo nazionale sm40 vinto nel 2013. L’archivio Fidal lo segnala anche come forte maratoneta con un personale di 2.32.32 a Carpi nel 2013 (maratona di tipo B). Il 26 maggio 2018, tagliando per primo il traguardo a Faenza, è riuscito nell’impresa di scalzare Giorgio Calcaterra dal trono della 100 km dopo 12 vittorie consecutive.

Rispondi