Il Giro d’Italia 2018 passa da Faenza il 17 maggio: ecco dove

Com’è noto, passerà anche da Faenza la 101° edizione del Giro d’Italia, corsa a tappe maschile di ciclismo su strada che ogni anno riesce a coinvolgere e a radunare migliaia di appassionati lungo le vie e le strade della penisola italiana. Sarà infatti la dodicesima tappa, la Osimo-Imola, 214 km da percorrere tra le Marche e la Romagna, ad attraversare la città manfreda il prossimo giovedì 17 maggio 2018 nel primo pomeriggio.

I corridori arriveranno a Faenza dalla via Emilia, proseguiranno per la rotatoria di via Forlivese per poi attraversare via Fratelli Rosselli, viale delle Ceramiche, viale IV novembre, viale Tolosano, via da Oriolo e via degli insorti per poi dirigersi, percorrendo la circonvallazione, verso Imola dove è previsto l’arrivo della tappa. La carovana arriverà in viale Tolosano alle ore 14.55, circa un’ora e mezza prima del passaggio dei corridori, e come sempre avviene nelle città in cui la carovana si ferma, avranno luogo momenti di animazione e intrattenimento, con distribuzione di gadget della corsa.

Il passaggio del Giro nell’ambito dei 50 anni del Premio Europa a Faenza

Quest’anno sarà presente anche la Commissione europea, con un camper del colore della bandiera Ue, per informare e sensibilizzare i cittadini e gli appassionati di sport sulle politiche europee dedicate all’ambiente, allo sport, alla salute, alla mobilità sostenibile e alla sicurezza alimentare, attraverso la distribuzione di gadget e materiale informativo ai cittadini. Per il sindaco Giovanni Malpezzi: «si tratta di un evento importante che coinvolgerà la comunità faentina con grande entusiasmo. Il Giro passerà da Faenza nel cinquantesimo anniversario di Faenza premio Europa e nell’anno europeo del patrimonio culturale. Due ricorrenze da valorizzare che si intrecciano con gli aspetti storici e culturali della corsa».

«Il Giro d’Italia – continua Malpezzi – oltre a essere una delle corse a tappe più belle e seguite al mondo, grazie alla sua visibilità sulle principali reti televisive nazionali, è anche una preziosa occasione per valorizzare e far conoscere la specificità dei territori e pertanto rappresenterà un grande momento di promozione per Faenza. La presenza della Commissione Europea nel territorio faentino è un segnale di vicinanza importante, anche per il sostegno fornito tramite la Regione Emilia-Romagna a progetti di sviluppo e rilancio del territorio come la riqualificazione energetica degli edifici, il sostegno al parco tecnologico locale, la mobilità sostenibile e la riqualificazione di immobili storici come il Palazzo del Podestà».

Rispondi