#buonsensoaigiovani – VALENTINA RANIERI – Movimento 5 Stelle

#buonsensoaigiovani

Intervista a Valentina Ranieri – 33 anni –  Movimento 5 Stelle

 

– Perchè si candida come consigliere comunale? Come nasce questa passione?

In primo luogo perchè me lo hanno chiesto. Ed è stata una grande sorpresa per me l’inverno scorso. Sinceramente, ci ho pensato a lungo prima di accettare. Mi son messa davanti a domande quali ad esempio: “Chi sono io in relazione a tutto questo?”, “Cosa posso portare?”. La risposta è che io sono Valentina, io sono una persona, e questo è quanto basta secondo ciò in cui credo. Perchè tutti noi siamo esattamente ciò che serve, nel momento in cui ci mettiamo in gioco in questo strano e bellissimo posto che è il mondo. Il mondo siamo noi, insieme. Questo è il concetto base quindi, la radicata percezione di esistere in relazione all’ambiente che mi circonda, (una grande persona che mi ha molto ispirato diceva: “io sono ciò che sono in base a ciò che siamo tutti” N.Mandela). Ed è stata dura per le mie caratteristiche interiori, esistere in un ambiente che mi rimandava a una sensazione di estraneità, distanza, diversità. La passione che mi spinge in ultimo è la vita, non la politica. La voglia di ricreare qui a casa mia, le condizioni di esistenza più indicate, affinché tutti si possa crescere come individui, prima ancora di essere messi in una qualche categoria.

– Al giorno d’oggi sembra che la parola “giovane” sia sinonimo di “buono”. A prescindere  dalla persona, si crede che la risorsa fresca non possa che fare bene all’interno di un consiglio comunale; cosa pensa al riguardo? Cosa portano di diverso i giovani in politica?

A volte l’età anagrafica non fa la mentalità, non fa l’approccio alle esperienze della vita, e nemmeno alla capacita di trovare risorse e risoluzioni soddisfacenti, per i più svariati motivi. Si può essere giovani e pensare da “vecchi”, ad esempio. Mi è capitato spesso dover ascoltare discorsi inenarrabili, vuoi sul ristabilire la pena di morte, vuoi sull’orientamento sessuale, etc. da gente anche più piccola di me. Sono però sicura che, mettere in campo un fattore di diversità importante quale l’età, possa scardinare percorsi precostituiti e stagnanti, perchè è molto probabile che un giovane abbia un modo di sentire diverso, semplicemente dato che ha tutta la vita davanti. Ha l’energia per voler cambiare le cose, e poche batoste a fargli credere che sia impossibile. Questo significa vincere in partenza, significa essere propositivi ed avere la forza per portare avanti ciò in cui si crede. Un giovante ancora appassionato alla vita, ha ideali, rifiuta il compromesso, si mette in gioco, con la mente, il cuore, e la pancia, ancora libere… E questo è prezioso. E’ prezioso sempre.

Congratulazioni, è stata eletta come consigliere comunale! Fra 5 anni per cosa sarà ricordata? Quali saranno le sue battaglie?

Sarò ricordata per aver portato la forza, la voglia di usare occhi nuovi, il coraggio di andare a scrutare la dove tutti fan finta di niente e gettano ombra. Sarò ricordata per la dolcezza e il rispetto verso il prossimo (quando il senso d’indignazione non prevaricherà, vi chiedo scusa già in anticipo, non garantisco di saper sempre controllare e mediare il senso di frustrazione davanti ai “muri di gomma”, che vogliono cambiare tutto senza cambiare niente). La voglia di scoprire gli altri, gli altri tutti, prima di agire, che vi piaccia oppure no, pure i rom o gli immigrati. ..Ma tutto questo al di là dell’essere una consigliera o meno. Allora, come tale sarò ricordata per aver dato voce chiara, ferma e precisa alle persone che al nostro gruppo si rivolgono attivamente. Ricordo che sta qui la differenza, se anche uscisse il mio nome da quelle urne, ne andrei a contenere molti altri di nomi. Le mie competenze da sole cosa mai potrebbero fare senza tutti voi? Io voglio che siate voi a dire dopo 5 anni: “congratulazioni a tutti, guarda insieme quanta roba abbiamo fatto!”. Io voglio voi. Senza di voi, attivi, partecipi, informati e con senso critico, desiderosi di sentirvi bene davvero e di darvi ciò di cui realmente avete bisogno, io, la mia candidatura, perde di senso. Entrate con me, fatevi portare con me e con gli altri del gruppo. … Pure con le altre liste cavoli! Ma partecipate.

Rispondi