Settore Territorio dell’Unione: il 7 marzo un incontro per conoscere le nuove regole

Semplificazione delle pratiche tramite la digitalizzazione, riorganizzazione degli Sportelli unici per l’Edilizia, appuntamenti online concordati tramite agenda digitale. Sono queste alcune delle novità organizzate del settore Territorio dell’Unione della Romagna faentina che verranno illustrate mercoledì 7 marzo 2018 in un incontro pubblico al cinema Sarti di Faenza dalle ore 15 alle 17. Un appuntamento importante per conoscere le nuove azioni di semplificazione e quindi le nuove regole nel settore Territorio con il passaggio di tutte le funzioni dai Comuni all’Unione. La riorganizzazione ha portato il settore Territorio ad accorpare diversi servizi e in particolare gli Sportelli unici per l’Edilizia (Sue): dallo scorso gennaio sono diventati solo tre (Castel Bolognese-Solarolo, Casola Valsenio-Riolo Terme, Faenza-Brisighella). Per quanto riguarda Faenza-Brisighella «si tratta di unico grande territorio – spiega il capo servizio della Gestione edilizia Lucio Angelini – diretto in modo uniforme sotto il profilo dell’attività edilizia con due servizi che si dividono le rispettive competenze (Gestione edilizia e Controllo del territorio)».

Le novità del Sue Faenza-Brisighella: la prenotazione online degli appuntamenti

All’incontro del 7 marzo, rivolto in particolare ai tecnici e ai professionisti, non si parlerà solo del nuovo assetto organizzativo, ma anche di azioni concrete di imminente attuazione, come per esempio – per quanto riguarda lo Sportello unico di Faenza-Brisighella – il nuovo applicativo web con il quale si potrà consultare lo stato di avanzamento delle pratiche edilizie e si potranno effettuare prenotazioni online, in via sperimentale, per gli appuntamenti con gli istruttori dello Sportello unico per l’Edilizia di Faenza-Brisighella. «Tramite la sperimentazione delle prenotazioni online – spiega l’assessore all’Urbanistica Domizio Piroddi – si spera di rendere più efficienti gli appuntamenti evitando lunghe code. In tutto sono disponibili, a pieno regime, circa cento appuntamenti a settimana e sarà già possibile inviare il tema dell’argomento dell’incontro di modo da avere la pratica già pronta. È un progetto sperimentale che avrà inizio dal 2 aprile».

“Con la digitalizzazione sarà possibile seguire il corso delle pratiche e avere risposte più veloci”

Tra le altre novità presentate, ci sarà anche la digitalizzazione delle pratiche a livello informatico che garantirà la riduzione dei tempi di gestione delle pratiche dando così una risposta più veloce al cittadino. «Stiamo facendo passi da gigante per avere tutto online e digitalizzato e omogeneo nel territorio dell’Unione – spiega la capo servizio Controllo del territorio, Lucia Marchetti – Per proseguire nel processo di dematerializzazione edilizia, siamo partiti con alcune azioni preliminari uniformando i sei Comuni con nuovo programma gestionale. Tramite il nuovo applicativo informatico sarà inoltre possibile sia per il privato cittadino sia per il professionista consultare lo stato di avanzamento delle proprie pratiche». Non solo attività online: rimarrà comunque garantita la presenza in tutti e sei Comuni del personale competente. Nel corso dell’incontro sarà infine presentata la piattaforma regionale per la presentazione delle pratiche digitali.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.