Innovazione: dall’esperienza di Centuria e Rinnova nasce Romagnatech

Un nuovo attore legato all’innovazione del territorio. Martedì 27 febbraio 2018 si è formalmente costituita Romagnatech, nuova società consortile per azioni nata dall’esperienza di Centuria e Rinnova, due strutture che da anni operano per lo sviluppo del territorio romagnolo, promuovendo e generando innovazione e ricerca industriale a favore delle imprese locali. Romagnatech è il frutto di un lungo percorso che ha avuto come obiettivo quello di razionalizzare, integrare e ottimizzare competenze e risorse, nell’ottica di incrementare l’efficacia e la qualità delle risposte da offrire ai bisogni di innovazione e sviluppo delle nostre imprese.

Romagnatech: nominato anche il Cda

Enrico Sangiorgi, prorettore Unibo.

Fanno parte del Consiglio di Amministrazione: Giuseppe Baldetti, direttore di Enav Academy Forlì; Roberto Bozzi, consigliere delegato dell’azienda Vulcaflex Spa; Massimo Bucci, presidente di Bucci Industries; Marco Dalla Rosa, direttore del Ciri Agroalimentare Cesena di Unibo; Piero Gallina, già vicepresidente di Centuria; Enrico Sangiorgi, prorettore dell’Università di Bologna; Luciano Tarozzi di Confartigianato Ravenna. «È un traguardo non banale né scontato – afferma Enrico Sangiorgi, eletto presidente del CdA di Romagnatech – che ha visto la condivisione di un territorio ampio, da Forlì a Faenza e Bassa Romagna, Cesena e Ravenna. È al tempo stesso un punto di partenza sfidante, che intendiamo affrontare anche con il supporto di tutti, per contribuire allo sviluppo del nostro sistema regionale».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.