Premio per l’innovazione: l’allevamento di lumache bio di Luca Ricci sul podio

Fare impresa innovativa allevando lumache: missione possibile. La creatività ravennate è salita sul podio del 12° Premio per l’Innovazione di Coldiretti promosso da Giovani Impresa Emilia-Romagna ottenendo una menzione speciale nella categoria “Innovazione di Prodotto”, grazie alla società agricola Luca Ricci di Pieve Cesato (Faenza) dove si allevano chiocciole da cui l’imprenditore, insieme al fratello, ricava oltre ai prodotti gastronomici anche creme cosmetiche e sciroppi pediatrici con metodi soft che non stressano le lumache. Dal 2017 Luca Ricci, 36 anni, diplomato all’Istituto Alberghiero, ha avviato l’allevamento di lumache a ciclo biologico completo nella campagna faentina.

La chiocciola romagnola: un progetto innovativo di allevamento di lumache a Pieve Cesato

Un allevamento elicicolo, a ciclo biologico completo, che si ispira alle leggi della natura e, per questo, non sono concesse alternative a un modello all’aperto, senza intervento umano che crei il riparo dalle condizioni del tempo: sole, pioggia, neve e vento fanno la selezione degli animali che arriveranno sulle cucine degli chef più prestigiosi e delle preziose casalinghe. L’azienda ha ricevuto il marchio d’origine e garanzia di qualità “Chiocciola Metodo Cherasco”, assegnato dall’Istituto Internazionale di Elicicoltura. Le chiocciole di Luca si nutrono solo di vegetali selezionati e sono allevate in condizioni igienico-ambientali controllate. Parallelamente Luca ha creato il marchio registrato “La Chiocciola Romagnola” e diversificato la produzione con due linee, una gastronomica (chiocciole vive, patè, ragù di chiocciola) e una cosmetica/benessere (a base di bava di lumaca purissima) con creme e sciroppi pediatrici contro tosse, gastrite e problemi di stomaco. Oltre alla vendita diretta presso l’azienda e attraverso la rete di Campagna Amica, il giovane imprenditore ha attivato un portale per vendita online (www.lachiocciolaromagnola.it), sia dei prodotti gastronomici (destinati a consumatori, chef e ristoranti) sia degli sciroppi pediatrici e delle creme che raggiungono tutta Italia.

Coldiretti: crescono le imprese agricole in Emilia-Romagna

Crescita record per le aziende giovani in agricoltura in provincia di Ravenna. Nel primo trimestre 2018, mentre a livello globale si registra una diminuzione del 4% delle imprese under 35, quelle agricole hanno raggiunto le 200 unità con un aumento del 7% rispetto al primo trimestre dell’anno scorso (il più elevato tra tutti i settori produttivi), di poco inferiore alla crescita fatta registrare nell’intero 2017 che era stata pari al 7,9% e nettamente superiore all’aumento registrato nel trimestre su scala regionale (+4,8%).

È quanto emerge dalla analisi di Coldiretti Ravenna sui dati del registro delle imprese della Camera di Commercio diffusa nell’ambito della finale regionale del 12° Premio per l’Innovazione di Coldiretti promosso da Giovani Impresa Emilia-Romagna. A conferma dell’attrazione che le opportunità offerte dal settore esercitano sui giovani, le centinaia di candidature giunte a Coldiretti che ieri sera, all’azienda agricola Bertinelli di Noceto di Parma ha premiato le esperienze imprenditoriali più innovative del 2018.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.