Nasce la squadra di cricket dei richiedenti asilo di Faenza

Lo sport come strumento per favorire integrazione, legami, valori. Mentre a Rio si sta disputando la massima espressione dell’universalità dello sport, i Giochi Olimpici, da qualche settimana a Faenza si è strutturata una nuova realtà legata al cricket, sport che in Italia non ha molto seguito ma che è praticato in tutto il mondo. A prendervi parte una squadra composta principalmente da richiedenti asilo ospitati nelle strutture di Zerocento, Papa Giovanni XXIII e Caritas. I partecipanti sono principalmente bengalesi e pakistani che si sono ritrovati autonomamente a giocare al parco di via Calamelli. Da lì poi l’idea di rendere progettuale quello che è nato spontaneamente. Con l’aiuto elle associazioni si è formalizzato un contatto con l’ufficio allo sport di Faenza ottenendo la possibilità di allenarsi alla Graziola grazie alla disponibilità del Rugby Faenza. In un secondo tempo si è giunti alla collaborazione con la federazione nazionale che ha proposto la partecipazione al trofeo esordienti come preludio alla adesione al prossimo campionato interregionale.

Il cricket: lo sport del Commonwealth

Non è un caso che siano proprio pakistani e bengalesi i richiedenti asilo amanti di questo sport. Il cricket è infatti nato in Inghilterra, almeno nella sua forma moderna, ed è praticato, oltre che nel paese in cui è nato, principalmente nei paesi del Commonwealth: Bangladesh, India, Sri Lanka, Pakistan, Galles, Australia, Nuova Zelanda, Sudafrica, Zimbabwe e nei Caraibi anglofoni (Indie Occidentali Britanniche).

La lunghezza delle partite (possono durare dalle ore a vari giorni), i numerosi intervalli e la terminologia complicata rendono difficilmente comprensibile questo sport agli spettatori poco esperti. Nonostante questo il cricket è uno degli sport più seguiti in tutto il mondo.

Faenza cricket: l’esordio contro Rimini

Non c’è voluto molto per passare dalle formalità burocratiche al campo da gioco. La squadra faentina ha partecipato al Trofeo Esordienti Emilia Romagna 2016 che si è svolta a luglio sul  campo del Centro Sportivo Ca’Nova di Medicina. Per i due club partecipanti, Faenza e Saraghina Rimini, si trattava dell’esordio assoluto nel cricket federale.

Le due squadre hanno dato vita a due avvincenti partite, equilibrate nei risultati, visto che c’è stata una vittoria per parte, più che nel gioco. Nel primo incontro, il Faenza ha preso subito in mano il pallino del gioco riducendo il Rimini a 38/9 in sette overs prima che l’ultima coppia del Saraghina riuscisse a raddoppiare il punteggio. 77, tuttavia, ha costituito un target facile per i lamonesi che prevalevano di sette wicket.

Forse appagato dal facile successo, il Faenza stentava nel secondo incontro, chiudendo l’innings, dopo i 15 over a disposizione, 66/9. Con pazienza, e facendo tesoro dell’esperienza della prima partita, il Saraghina Rimini approcciava il target con calma raggiungendo i 67 punti richiesti per la perdita di 2 wicket in nove over.

Faenza e Rimini sono ora attese nel 2017 dal Campionato Interregionale che proprio a Medicina domenica prossima vivrà la Final Four 2016 con le semifinali in programma sabato 23 luglio: Bogliasco – Florence (ore 10.30) e Cantù – Jinnah Brescia (ore 15.30). La finale è in programma domenica 24 luglio a mezzogiorno

2 pensieri riguardo “Nasce la squadra di cricket dei richiedenti asilo di Faenza

  • 11 agosto 2016 in 8:42
    Permalink

    Gentile Benito – sempre che questo sia il suo vero nome -, purtroppo chi ci ha inviato il comunicato lo ha fatto in ritardo e segnalandoci le gare come svolte ieri. Nonostante questo, a differenza di altri media locali, questa svista sarà da stimolo per cercare di avere in futuro maggiore attenzione e offrire un servizio migliore. Nel frattempo non si preoccupi, Lei può continuare tranquillamente ad informarsi su organi di informazione impeccabili, imparziali e di alto livello come Faenzanet. Saluti.

    Risposta

Rispondi