Raggisolaris, tutto è pronto per la nuova stagione: “Vogliamo stupire”

“Ambizione”, “progettazione”, “valorizzazione dei giovani”: sono queste alcune delle parole chiave emerse durante la presentazione stagione 2016/2017 dei Raggisolaris Faenza, squadra di basket in procinto di disputare per il secondo anno consecutivo il campionato di serie B. La squadra è praticamente fatta: innesto di giovani leve, conferma del blocco storico faentino (il trio Benedetti, Silimbani, Boero) e una maggior consapevolezza dei propri mezzi. Il raduno prenderà il via il 17 agosto mentre il primo match della nuova stagione si disputerà il 2 ottobre: da quel giorno in poi le parole lasceranno spazio ai fatti.

Filippo Raggi: “Puntiamo ai playoff”

Per rinforzare la rosa del confermato coach Marco Regazzi – una squadra formata per sei dodicesimi da faentini – si è puntato su due innesti molto giovani: dal Livorno il playmaker Marco Perin (classe 1993) e da S.Lazzaro il 18enne jolly Alessio Donadoni (1997). «Vogliamo ambire a qualcosa in più rispetto a quanto ottenuto l’anno scorso – ha dichiarato il presidente Raggisolaris Filippo Raggi – ponendoci obiettivi ambiziosi per quest’anno: a tornare indietro si fa sempre in tempo. Per la stagione 2016/17 puntiamo quindi a una salvezza facile se non ai playoff».

Il coach Marco Regazzi: “Voglio stupire”

La parola “ambizione” viene confermata anche dall’allenatore Raggisolaris: «Quest’anno avremo un girone più difficile – ha affermato Marco Regazzi – ma noi non interessa contro chi dovremo affrontarci: “voglio stupire”, questo è il mio slogan. Gli obiettivi devono essere ambiziosi. Già nel girone di ritorno dell’anno scorso abbiamo dimostrato qualcosa e da lì dobbiamo ripartire». I gironi sono un tema caldo di queste settimane vista l’incertezza sulla loro composizione, anche se sembra che per i Raggisolaris non ci saranno grosse sorprese. «In ogni caso la squadra è pronta ad affrontare il girone B, uno dei più difficili – ha dichiarato il general manager Andrea Baccarini – manca solo un tassello, per il resto quest’anno abbiamo agito con grande tempestività e programmazione».

Un settore di abbonamenti in più – la Curva -, un pacchetto di abbonamenti famiglia e sconti per i tifosi storici: sono queste le iniziative con cui i Raggisolaris vogliono avvicinare quanto più possibile i faentini alla squadra di basket, grazie anche allo slogan “Una squadra grande una città”. La campagna abbonamenti partirà il 20 luglio 2016: i primi duecento riceveranno in regalo un kit del tifoso. Per quanto riguarda il teatro delle partite, il PalaCattani, ancora incertezza invece sulla futura gestione che si occuperà del palazzetto dello sport.

Raggisolaris Academy: 70 bambini coinvolti il primo anno

Sei faentini su dodici in prima squadra, si diceva, ma si vuole fare meglio. L’anno scorso si è dato il via al progetto “Academy”, la sezione di minibasket che ha coinvolto, tra Faenza e Russi, circa settanta bambini. Con in cantiere il progetto di ulteriori espansioni del settore giovanile nella bassa Romagna. «L’obiettivo dell’Academy è questo – ha affermato il responsabile tecnico Cristian Fabbri – aumentare il numero dei ragazzi coinvolti in prima squadra. Già sei su dodici è tanto ma si può fare meglio». Le società sportive che si occupano di minibasket a Faenza sono tre (oltre l’Academy, sono presenti Faenza Futura e Scuola Basket Faenza): una situazione che alcuni operatori del settore viene valutata eccessiva per una realtà come quella faentina, col rischio di pestarsi i piedi a vicenda avendo di fronte varie difficoltà logistiche e infrastrutturali. Saranno previste collaborazioni o progetti comuni tra le varie realtà del minibasket faentino? «E’ molto difficile – dichiara Cristian Fabbri – penso però che avere tante realtà diverse a Faenza stimoli la sana competizione e il fare del proprio meglio di ciascuna società, a beneficio dei ragazzi».

A settembre un libro sui 10 anni Raggisolaris

Compleanno in vista per i Raggisolaris che il 27 luglio 2016 spegneranno dieci candeline. In nove anni la squadra di basket faentina è passata dalla Prima divisione del 2006 alla serie bruciando le tappe. Tra gli step fondamentali della squadra, nell’estate 2015 la sezione pallacanestro si scinde dalla polisportiva e si crea una nuova società. Nella stagione 2015-16 la storica promozione in B, dove i Raggisolaris esordiscono con due vittorie prima di una stagione di alti e bassi, fino ad un grande finale che con tre vittorie consecutive portano alla salvezza.

Rispondi