Open ort: sabato 24 ottobre l’open day dell’orto Terra Condivisa a Castel Raniero

L’orto sociale del progetto “Terra Condivisa” riapre le porte a famiglie, bambini e giovani per farsi conoscere nella sua bellissima veste autunnale offrendo i colori e i profumi d’autunno delle colline di Castel Raniero. Dalla mattina di sabato 24 ottobre fino a pomeriggio inoltrato gli esperti ortolani, con i volontari e gli operatori di Farsi prossimo, vi aspettano in via Rio Biscia per diversi appuntamenti rivolti ad adulti, giovani e bambini per andare alla scoperta dell’orto e dei suoi prodotti, che crescono in un contesto di solidarietà che mette al centro il lavoro, la terra e le persone. Per una migliore organizzazione e per poter svolgere tutte le attività in sicurezza, chiediamo la prenotazione in uno dei due turni in cui sarà divisa la mattinata (o alle ore 10, oppure alle ore 11.15). Per maggiori informazioni contattateci al 3939110900 / 3713572099.

Open ort: la mattinata rivolta a bambini e famiglie

A partire dalle 10 fino alle 12.30, piccoli gruppi, in sicurezza e seguendo la normativa anti covid, potranno fare visita all’orto e ai suoi prodotti autunnali, guidati con maestria dai nostri esperti agricoltori, dai tirocinanti e dai volontari che li affiancano. Si potranno così chiedere tutti i segreti per coltivare l’orto e far crescere ottimi prodotti, conoscere come il progetto di inclusione sociale per persone fragili si sia sviluppato in questi mesi di lavoro e seguire da vicino le sfide quotidiane che ogni giorno i nostri instancabili ortolani affrontano, dalla lotta contro le talpe ai rimedi contro i voracissimi pavoni che da qualche tempo ci fanno compagnia. I bambini potranno divertirsi con un laboratorio manuale, a tema autunnale, guidato da animatrici giovani e creative. Per svolgerlo in sicurezza, sempre a piccoli gruppi, è necessaria la prenotazione entro il 20 ottobre (messaggio al numero 393 9110900). In tarda mattinata avremo anche il piacere di ricevere la visita da parte del nostro vescovo di Faenza-Modigliana, mons. Mario Toso.

Nel pomeriggio protagonisti saranno i giovani con Aula 21

Nel pomeriggio, a partire dalle 15.30, gli ospiti esclusivi saranno i giovani: per loro le testimonianze di volontari, loro coetanei, impegnati nel progetto Terra Condivisa; farà da sfondo la mostra dei ragazzi di Aula 21 in esposizione e a seguire un buon aperitivo a base di zucca, accompagnato da un bicchiere di birra – offerto dal Birrificio La Mata – e da buona musica. La tua prenotazione ci aiuterà nell’organizzazione (whatsapp al numero 393 9110900). È quindi un appuntamento da non perdere dedicato a chi vuole assaporare i colori e i profumi del nostro territorio e in particolare del progetto “Terra Condivisa”. Si consiglia di lasciare l’auto nel parcheggio adiacente a Villa Rotonda e di raggiungerci con una piacevole in passeggiata o, tempo permettendo ,anche in bicicletta per una bella scampagnata in famiglia o con gli amici; l’ingresso dell’orto sarà segnalato da un cartello sulla strada con operatori e volontari pronti ad accogliervi. In occasione di Open Ort, per tutta la giornata saranno in vendita i nostri prodotti km0 e le nostre bellissime zucche da intagliare.
In caso di maltempo l’evento si terrà la settimana successiva, sabato 31 ottobre.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.