A Faenza installata la Nike di Mirta Carroli, il 5 maggio l’inaugurazione

Alta sei metri, e realizzata in acciaio. Si tratta di “Nike”, la scultura posizionata già da qualche tempo nella rotonda di intersezione tra via Risorgimento e via Malpighi, realizzata da Mirta Carroli, artista bolognese profondamente radicata nel nostro territorio sia per ragioni anagrafiche che per formazione. “Nike” rappresenta, come nella tradizione classica, una Vittoria alata, suggerisce il volo e uno slancio verso l’alto con un movimento in potenza. Ha forme sintetiche ed essenziali, gli ampi volumi sembrano indicare una rotazione su sé stessa. Ha un significato ben augurante ed è apportatrice di sicura, lunga vittoria. Di dimensioni importanti come detto è stata eseguita in acciaio cor-ten: un metallo di nuova generazione, forte e compatto, che non viene attaccato dalla corrosione. L’opera che arricchisce il patrimonio artistico della città, verrà inaugurata ufficialmente sabato 5 maggio 2018 alle ore 10, alla presenza dell’artista.

Chi è Mirta Carroli

Mirta Carroli è nata a Brisighella, dove ha vissuto per parecchi anni e si è formata. Dopo gli studi artistici: liceo Artistico e Accademia di Belle Arti, insegna Discipline Plastiche presso il Liceo Artistico e Didattica dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Ha iniziato ad esporre nel 1984 con numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero ed ha al suo attivo diverse sculture di grandi dimensioni. Il suo lavoro e la sua poetica si incentrano sullo studio di forme ancestrali, quasi primordiali, risalenti sia al mito che alla vita dell’uomo, evocative delle antiche civiltà. Nel 1999 le viene conferito il Premio Marconi per la Scultura. Da sempre il lavoro di Mirta Carroli è legato allo studio dello spazio attraverso l’indagine storico culturale dei luoghi nei quali si trova ad operare. Nel 1995 è presente alla XLVI Biennale di Venezia. Espone a New York nel 1994, nel 2003, nel 2011. Nel 2007 espone a Shanghai.

Ultime personali: Ferrara- Palazzo Schifanoia- 2010/2011. Bologna- Galleria G7 -2012. Bagnacavallo- Convento di S. Francesco- 2013. Brisighella – Cava del gesso la Marana -2014. Zelarino (Ve)- 2015 “Mostra sulla grande guerra”. Ultime Collettive: Racconigi (To) -2010 a cura di L. Caramel, Rimini Castello Sismondo – 2011 a cura di B. Buscaroli. Recentemente ha esposto a Palazzo Fava per la mostra “Bologna dopo Morandi” curata da R. Barilli e alla Galleria d’Arte Moderna MAMbo a Bologna. Ha partecipato a tre edizioni della Biennale di Scultura di Gubbio. Nel 2012 espone al Museum of Arts and Design di New York. Nel 2016 inaugura una scultura in ferro di grandi dimensioni davanti alla Stazione di Lugo.

Rispondi