Niccolò Bosi si conferma il candidato più votato: 1.111 preferenze, Padovani 505

Era considerato il ‘Cristiano Ronaldo’ del gioco FantaElezioni e il pronostico è stato ampiamente rispettato. Si conferma ancora una volta Niccolò Bosi il candidato consigliere più votato alle elezioni comunali faentine: sono state ben 1.111 le preferenze che ha ottenuto il candidato del Partito Democratico, capogruppo uscente. Nel 2015 Bosi ottenne 410 preferenze, a questa tornata elettorale riesce a incrementare di 701 voti la dote che porta alla propria coalizione.

In tutto il consiglio comunale avrà 15 consiglieri di maggioranza (9 Pd, 2 Faenza Cresce, 2 Coraggiosa, 1 Movimento 5 Stelle, 1 Italia Viva) e 8 di opposizione (5 Lega, 1 Fratelli d’Italia, 1 Insieme per Cambiare, 1 Per Faenza), ai quali si aggiungeranno il neo sindaco Massimo Isola e Paolo Cavina. A seguito dei risultati elettorali, le elezioni del 20 e 21 settembre porteranno in consiglio comunale altri otto rappresentanti del Pd in maggioranza oltre a Niccolò Bosi. Gli altri candidati eletti al momento risultano essere: Maria Luisa Martinez (360) già presidente dell’Unione della Romagna Faentina – e che risulta la donna più votata con 4 voti in più su Ilaria Visani di Coraggiosa -, Niccolò Benedetti (355) giovane campione e sbandieratore del Rione Giallo, la nota cestista Simona Ballardini (353), il medico Luciano Biolchini (305), Giulia Bassani rappresentante dei Giovani Democratici (277), gli scout Gionata Amadei (215) e Virginia Silvagni (215), e lo scrittore e imprenditore Roberto Matatia (185). A seguire, primi fra i non eletti, Sara Savorani (182) e Andrea Fortini (167).

Le preferenze delle liste di maggioranza

Luca Ortolani
Luca Ortolani, 3° per numero di preferenze.

Gli ottimi risultati di Faenza Cresce e Coraggiosa portano in dote due consiglieri comunali a testa. Per quanto riguarda Faenza Cresce, i due candidati eletti sono Luca Cavallari (314 voti), vice presidente di Faventia Sales, e l’agronomo Riccardo Cappelli (194), primo fra i non eletti è invece l’assessore uscente Andrea Luccaroni (172); mentre per Faenza Coraggiosa vengono rispettati i pronostici della vigilia con il ricercatore Luca Ortolani (407) e la docente Ilaria Visani (354) che hanno ottenuto il maggior numero di preferenze in lista. Luca Ortolani si posiziona inoltre al 3° posto della classifica assoluta delle preferenze a queste amministrative faentine. La prima fra i non eletti in questo caso è Luigia Carcioffi (146), mentre ottiene il 5° posto il capogruppo uscente dell’Altra Faenza Edward Necki (91).

A differenza di cinque anni fa, questa volta riesce a salire in consiglio comunale Alessio Grillini capolista di Italia Viva (131 preferenze); di una conferma invece si tratta per Massimo Bosi del Movimento 5 Stelle (107) che questa volta sarà però da solo a rappresentare i pentastellati nella sala del consiglio comunale. Questi i 15 nomi che, al momento e in attesa di conoscere la nuova giunta, andranno a comporre la coalizione di maggioranza più variegata di sempre nella storia di Faenza, con ben cinque liste rappresentate in consiglio comunale.

Padovani il più votato del centrodestra, 505 preferenze

Gabriele Padovani
Gabriele Padovani, 2° per numero di preferenze.

Nelle file del centrodestra, ad aver ottenuto più voti è l’ex candidato sindaco Gabriele Padovani della Lega con 505 preferenze, 2° piazzamento assoluto dietro a Niccolò Bosi. In tutto saranno cinque i consiglieri del Carroccio all’opposizione in consiglio comunale. Andrea Liverani si classifica 2° all’interno della Lega con 302 preferenze, ma difficilmente lascerà il proprio incarico di consigliere regionale. Gli altri eletti della Lega sono Giorgia Maiardi 184, Roberta Conti 169 e Alvise Albonetti 121. Probabile che al posto di Liverani subentri anche il 6° candidato il lista, Cristina Alpi (82 preferenze)

Come Fratelli d’Italia viene eletto in consiglio comunale Stefano Bertozzi (179 preferenze), mentre Max Zoli ottiene il maggior numero di preferenze all’interno della lista civica Per Faenza (106) che ottiene un posto in consiglio comunale. Assieme a Paolo Cavina, resta in consiglio comunale anche Massimiliano Penazzi per Insieme per Cambiare (169 preferenze). Saranno dunque otto i consiglieri di opposizione al fianco di Paolo Cavina, e a differenza di cinque anni fa arriveranno in consiglio comunale non divisi tra loro (quando erano infatti presenti anche esponenti della Sinistra e del M5S), ma tutti uniti, almeno inizialmente, dai legami instaurati all’interno della coalizione di centrodestra.

I giovani in consiglio comunale

Diverse dunque le giovani new entry under 30 del consiglio comunale, al momento ne contiamo cinque, in gran parte tra le file del Pd: Nicolò Benedetti, Giulia Bassani, Gionata Amadei e Virginia Silvagni; assieme a Riccardo Cappelli di Faenza Cresce. Per il centrodestra buoni i risultati dei giovani Gabriele Tronconi (104) in Insieme per Cambiare e Mattia Savini (80) in Per Faenza, non sufficienti al momento però per entrare in consiglio comunale.

Quote rosa, gli uomini sono il doppio in consiglio comunale

Per quanto riguarda le presenze femminili in consiglio comunale, allo stato attuale (escludendo Liverani per Alpi nella Lega) avremmo un totale di 8 consigliere donne e 15 uomini. Nella maggioranza sarebbero 10 uomini e 5 donne; all’opposizione avremmo 5 uomini e 3 donne (a cui si andranno ad aggiungere altri due uomini, il sindaco e il consigliere Paolo Cavina).

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.