Il Movimento 5 Stelle non si presenterà alle amministrative. Rammarico dalla sinistra faentina

Il Movimento 5 Stelle non si presenterà alle prossime politiche. Dopo vari confronti con le forze di sinistra, arriva il parere contrario dal livello nazionale ad entrare nella coalizione del centrosinistra. Non ci sono notizie su un possibile appoggio alla candidatura di Massimo Isola senza simbolo. In una nota stampa il messaggio che fa trasparire grande amarezza degli attivisti per non essere riusciti a coinvolgere e creare una proposta elettorale organica.

“Una decisione sofferta. Un arrivederci, non un addio”

“Dopo tanti giorni di silenzio, facciamo un pò di chiarezza su quanto accaduto negli ultimi mesi (in completa trasparenza, come piace a noi). Come già si sa, dopo 10 anni di attiva partecipazione ai lavori del Consiglio Comunale e dell’Unione, dove i nostri rappresentanti si sono sempre distinti per essere i più presenti, i più prolifici di proposte ed i più attivi nelle discussioni, sempre in corsa solitaria, avevamo deciso, già da prima della candidatura di Isola, di confrontarci e collaborare con altri gruppi che ritenevamo potenzialmente affini al nostro modo di desiderare la Città e di vivere la nostra Comunità, per iniziare insieme a loro un lavoro di confronto sui programmi, che ci ha permesso di evidenziare una sostanziale comunione d’intenti con L’Altra Faenza, Art.1, P. Socialista e Verdi. D’altronde la storia del nostro gruppo faentino, iniziata 15 anni fa come Meetup, parla chiaro: i temi progressisti, della tutela dell’ambiente, della solidarietà, sono sempre stati al centro del nostro operato. Insieme a queste forze abbiamo avviato anche un confronto programmatico con Massimo Isola ed il suo partito, il PD.

Confronto durato giorni che ha prodotto un buon documento che conteneva anche alcune nostre proposte circostanziate. Oltre al rigetto degli assurdi veti che arrivavano da alcune parti rispetto alla nostra presenza e alla certezza di partecipare all’eventuale coalizione da una posizione paritaria e senza decisioni preconcette sulla composizione dell’eventuale giunta. Vogliamo ringraziare tutte le forze politiche sedute al tavolo per il confronto corretto, leale e positivo.

Per questo motivo avevamo deciso, come sempre con una discussione e con un voto di tutti gli attivisti nel corso della nostra assemblea pubblica, di percorrere la strada della condivisione, a Faenza come nel Paese, in ottica di poter finalmente sostenere da dentro la formazione di governo i nostri temi di sempre, che tanto apprezzamento ci hanno portato in questi anni. Decisione per ora unica ed apripista nel Paese a livello comunale, sicuramente difficile, in salita e con tante incognite, ma secondo noi anche dal grande potenziale.
La proposta è stata inviata al vaglio dei nostri responsabili della linea politica nazionale, corredata di tutti i documenti necessari. Responsabili che, dopo diversi giorni, non hanno ritenuto opportuno inserire la deroga allo statuto nazionale che avrebbe consentito questo tipo di coalizione. Decisione che possiamo non condividere, ma che naturalmente rispettiamo. Ci siamo quindi trovati ad affrontare nuovamente la possibilità di una candidatura in solitaria. Opzione che era sempre stata la nostra prima scelta naturale, ma che non aveva e non ha dimostrato di contare sull’entusiasmo e la consistenza necessari e sulla presenza di un nostro candidato Sindaco (condizione amplificata dalla situazione attuale). Se c’è, tra le tante altre, una differenza enorme tra il M5S e la altre forze politiche tradizionali è che nel Movimento, non avendo strutture e segreterie sul territorio, nulla è scontato o dato per certo, nemmeno la candidatura alle elezioni. Che avviene solo se un gruppo di cittadini attivi decide di mettersi in gioco e di dedicare il suo tempo alla cosa pubblica, senza nulla in cambio. Tutto questo per annunciare che il M5S Faenza non parteciperà alle prossimi elezioni amministrative.

Una decisione sofferta e che fa male, ma che ci vediamo costretti a prendere. Meglio farsi da parte che presentare una lista all’ultimo senza la convinzione e la spinta necessari. Meglio chiudere con dignità. Di certo 15 anni di battaglie non si cancellano, abbiamo scritto la storia della politica locale e ne andiamo fieri. Molti, da una parte e dall’altra, accoglieranno questa notizia con favore e soddisfazione, pensando già come spartirsi i nostri voti e a quanto si starà meglio in Consiglio senza quei “rompipalle” dei 5 Stelle…Ai tanti cittadini che ci vogliono bene e che apprezzano il nostro lavoro, dispiacerà, ne siamo certi.
A loro rivolgiamo un ultimo pensiero: ci rammarica davvero molto non essere riusciti abbastanza a coinvolgervi e ad allenarvi alla partecipazione….forse ora parleremmo di altro. Un grazie di cuore a tutti quelli che hanno condiviso un pò del loro tempo con noi. E’ stata un’esperienza straordinaria. Un saluto a tutti, oggi è un giorno triste, ma è un arrivederci, non un addio.”

Espressione di rammarico da Faenza Coraggiosa

“Apprendiamo con grande rammarico che dal livello nazionale del Movimento 5 stelle sia arrivato lo stop alla loro partecipazione alla coalizione di Massimo Isola”,  spiega Faenza Coraggiosa. “In questi mesi, insieme a noi, il Movimento 5 Stelle ha intrapreso un confronto leale e sincero perché la proposta politica delle prossime Elezioni Comunali fosse davvero l’occasione di un vero cambiamento.vAbbiamo superato insieme differenze e diffidenze, mettendoci in gioco completamente e trovando infine un nuovo terreno comune, attorno alla necessità condivisa che servisse una nuova proposta per Faenza per quello che riguarda la partecipazione, la tutela dell’ambiente e un rinnovato ruolo del Pubblico nell’istruzione e nel sociale.

Questo Manifesto innovativo elaborato insieme sarà la base del nostro programma amministrativo, ci impegneremo a difenderlo nel confronto con le altre forze politiche della Coalizione a sostegno di Massimo Isola, continuando così quella collaborazione, non solo nelle Istituzioni, che abbiamo portato avanti fino a qui insieme.

Vogliamo ringraziare i consiglieri e gli attivisti del Movimento perché hanno contribuito a qualcosa di nuovo nel panorama politico di Faenza. Per parte nostra ci impegnano a continuare quel dialogo e quel confronto anche nei prossimi mesi.”

 

Francesco Ghini

Vivo a Faenza e mi occupo di ricerca biomedica e comunicazione scientifica. Ho conseguito un dottorato di ricerca in Medicina Molecolare presso l'Istituto Oncologico Europeo di Milano e numerose partecipazioni a conferenze internazionali come speaker. Parallelamente, ho seguito come direttore artistico la realizzazione dell'evento Estate di San Martino a Piacenza (2012 e 2013) e ho maturato una forte esperienza nell'ambito della comunicazione e dello storytelling. Nel 2014 ho aperto Buonsenso@Faenza e da questa esperienza, nel 2018, è nata l'agenzia Buonsenso Comunicazione. Amo il teatro, i film di Cristopher Nolan, i passatelli e sono terribilmente curioso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.