Nasce Faenza Contemporanea a supporto di Massimo Isola

“Questa lista promuove esplicitamente i valori e le capacità che Isola ha espresso in questi 10 anni da Vicesindaco ed Assessore alla cultura.” Con queste parole nasce la lista Faenza Contemporanea, presentata da Matteo Zauli, a sostegno della candidatura di Massimo Isola quel sindaco di Faenza.

Faenza Contemporanea: “Al centro l’identità culturale della città”

“La città che questo movimento immagina, racconta di un territorio che pone al centro le molte identità culturali che in esso si esprimono e da esse pone le basi per lo sviluppo economico, sociale, ambientale del territorio. Una città capace di comprendere il futuro prossimo, di intraprendere percorsi di innovazione, di ascoltare e percepire voci diverse al di là della singola appartenenza politica, di rispettare ed includere, di riconoscere competenze e talenti, di mettere in rete diverse professionalità e di riuscire a farle lavorare insieme, di porre a sistema i diversi attori di un singolo scenario, di capitalizzare i beni culturali anche a scopo economico e sociale. Una città che rispetti l’ambiente, il mondo animale e l’intero ecosistema naturale.”

“Orgogliosi delle radici, ma aperti al cambiamento”

“Una città orgogliosa delle proprie radici ma cosmopolita e aperta al cambiamento; una città che sappia esaltare tutte le proprie potenzialità culturali, che siano legate alla storia e alle tradizioni (Palio e rievocazioni), alle specificità artigianali ed artistiche (la ceramica), all’arte e all’architettura contemporanea, alla ricerca enogastronomica, alla valorizzazione del paesaggio e delle zone rurali. Una città che sappia declinare il senso della parola “Cultura” anche in altri ambiti fondamentali del territorio: la cultura sportiva, la cultura d’impresa, la cultura delle diversità.”

Ricerca, cultura e rispetto: alcune delle parole chiave di Faenza Contemporanea

“Faenza contemporanea, si pone l’obbiettivo di costituire uno o più gruppi progettuali che dal modello culturale sviluppino modelli innovativi negli ambiti chiave del nostro territorio, con uno sguardo attento al panorama regionale, nazionale e internazionale. Visioni legate al tessuto imprenditoriale, alla sostenibilità ecologica, allo sviluppo agroalimentare del territorio. Faenza contemporanea, si pone l’obbiettivo di costruire un percorso che avrà la concreta finalità di far entrare Faenza nel prestigioso gruppo di città creative dell’Unesco. Partire dalla cultura per comprendere tutto lo sviluppo del territorio non è una visione utopistica, ma molto concreta e supportata dai fatti e dai numeri. Dall’Atene di Pericle alla Londra dei nostri giorni, da alcune grandi città a decine di piccole città in molte parti del mondo, ci sono moltissimi esempi che ce lo dimostrano. Faenza ha dimostrato nel tempo che ha tutto per potere completare il proprio percorso di crescita in questo senso e che i propri benefici effetti non ricadrebbero soltanto sugli addetti ai lavori. Parole chiave: ricerca, cultura, rispetto, passione, coraggio, sostenibilità, consapevolezza, imprese creative, scuola, educazione civica, inclusione, innovazione, imprenditorialità. FAENZA contemporanea, desidera dare continuità a un lavoro iniziato; portare i successi di una Faenza leader internazionale in un ambito culturale, anche in altri settori della città; diffondere la cultura dell’innovazione in tutti i settori imprenditoriali e dei servizi, per sviluppare il turismo culturale della nostra città finalizzando il trend positivo già raggiunto negli ultimi tre anni.”

Francesco Ghini

Vivo a Faenza e mi occupo di ricerca biomedica e comunicazione scientifica. Ho conseguito un dottorato di ricerca in Medicina Molecolare presso l'Istituto Oncologico Europeo di Milano e numerose partecipazioni a conferenze internazionali come speaker. Parallelamente, ho seguito come direttore artistico la realizzazione dell'evento Estate di San Martino a Piacenza (2012 e 2013) e ho maturato una forte esperienza nell'ambito della comunicazione e dello storytelling. Nel 2014 ho aperto Buonsenso@Faenza e da questa esperienza, nel 2018, è nata l'agenzia Buonsenso Comunicazione. Amo il teatro, i film di Cristopher Nolan, i passatelli e sono terribilmente curioso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.