Elezioni 2018 Faenza, affluenza al 79,31%

Proseguiranno nelle prossime ore gli scrutini per definire il quadro politico di queste elezioni, nel frattempo è possibile fare un primo bilancio sui numeri. Le operazioni di voto hanno visto coinvolti 34.751 faentini (sui 43mila cittadini chiamati a votare per le elezioni politiche 2018), che hanno espresso con il proprio voto il rinnovo dei due rami del Parlamento italiano (Camera dei Deputati e Senato). Si è votato con il sistema indicato dal Rosatellum: un terzo dei candidati è votato col sistema maggioritario (il collegio va al candidato che ottiene più voti), mentre due terzi dei candidati sono eletti col sistema proporzionale. Come nel resto d’Italia, anche in qualche seggio faentino si sono verificate alcune code (da qualche minuto fino a un’ora) a causa del nuovo bollino antifrode, che in certi casi, ha rallentato le operazioni di voto. Buona l’affluenza faentina alle urne che arriva al 79,31%, mentre il dato nazionale si attesterebbe attualmente sul 74%, in linea col 2013 (75%).

Affluenze definitive, Faenza 79,31%, seggio 48 il più partecipato (85,51%)

Alla chiusura dei seggi, a Faenza hanno votato il 79,31% degli aventi diritto. Il seggio in cui più cittadini si sono recati a votare è stato il seggio 48 (situato nella scuola media Europa e che comprende tra le altre via Bordini, parte di via Canal Grande e via Corbari) che ha visto 85,51% di elettori. Solo una delle 57 sezioni faentine è andata sotto al 70%, il seggio numero 3 (68,17%).

Per quanto riguarda i primi dati dell’Unione della Romagna faentina, a Casola Valsenio ha votato il 79,81%, a Brisighella il 78,59%; gran balzo nelle ore finali di votazione per Solarolo che arriva all’80,43%; Castel Bolognese arriva all’80,92%. Riolo Terme è il Comune dell’Unione con l’affluenza più alta: 82,26%.

A Ravenna si arriva al 78,40%. A Russi affluenza finale all’80,43%. Complessivamente in Provincia di Ravenna hanno votato il 79,19% degli elettori.

Complessivamente in Emilia-Romagna il dato sembra attestarsi sul 78%. Dai primi dati emerge una profonda spaccatura nel Paese tra Nord (dove secondo i primi exit poll è in ampio vantaggio la coalizione di Centrodestra superiore al 33%, con testa a testa FI e Lega) e Sud (dove prevale il Movimento 5 Stelle, primo partito nazionale attorno al 30%). Pd tra 20 e 23%.

I dati del voto alle ore 19, Faenza 66,58% di affluenza

Dati positivi di affluenza alle urne per quanto riguarda Faenza che ha già superato la percentuale di votanti alle Comunali 2015. Le prime proiezioni delle ore 19 riportate dal Ministero indicano che nella provincia di Ravenna ha votato il 66,67% degli elettori (il dato regionale dell’Emilia-Romagna si stanzierebbe invece sui 64,89% degli elettori). Il dato di Faenza è di 66,58% votanti recatisi alle urne entro le ore 19. Alle elezioni amministrative 2015 il dato definitivo si fermò al 58,96%. Russi si conferma anche per le 19 come il Comune con la più alta percentuale di votanti della provincia, 72,06%. La media nazionale è invece del 58,42%.

A Faenza alle ore 12 aveva votato il 22% degli elettori

Alle ore 12 a Faenza ha votato il 21,99% degli elettori – fa sapere il Ministero dell’Interno – una percentuale superiore a quella nazionale che si stanzia al 19%. La percentuale più alta dei votanti in provincia di Ravenna è stata a Russi, con il 27,74%.

Così il voto alle elezioni politiche 2013 nel collegio faentino

Tenendo conto che con il nuovo sistema elettorale i collegi sono stati modificati (Faenza alla Camera è stata accorpata con Forlì, per esempio), riportiamo i dati Agi sulle votazioni del collegio di Faenza nelle elezioni politiche 2013 alla Camera. Nel collegio faentino si impose il Centrosinistra con la coalizione Bersani (40,6%), seguito dal Movimento 5 Stelle (23,4%), poi il Centrodestra con la coalizione Berlusconi (20,1%), coalizione Monti (9,9%) e il restante 5,9% suddiviso tra gli altri partiti.

Sempre alle elezioni politiche 2013 al Senato si impose il Centrosinistra (44%), poi Movimento 5 Stelle (22%), Centrodestra (19.8%), Coalizione Monti (8.7%) e il restante 5,5% suddiviso tra le altre liste e partiti.

(Fonte: AGI)

Candidati alla Camera nel collegio uninominale (Forlì-Faenza)

Il collegio uninominale Forlì-Faenza per la Camera, fonte: AGI.

Cintorino Andrea – Centrodestra (Lega)
Di Maio Marco – Centrosinistra (Pd)
Marchi Arianna – Liberi E Uguali
De Bellis Anna Maria – M5s
Ghetti Lorenzo – Potere Al Popolo
Partisani Alessandro – Casapound Italia
Sara Gazzoni – Il Popolo Della Famiglia
Giulia Piolanti – Italia Agli Italiani
Denis Loirs Valenti – Partito Comunista
Luigi Ascanio – Partito Repubblicano Italiano – Ala
Stefano Falai – Per Una Sinistra Rivoluzionaria

Candidati al Senato nel collegio uninominale (Ravenna-Faenza-Forlì)

Il collegio uninominale Ravenna-Forlì-Faenza per il Senato, fonte: AGI.

 

Alberghini Massimiliano – Centrodestra (Lega)
Collina Stefano – Centrosinistra (Pd)
Govoni Alessandra – Liberi E Uguali
Ruffilli Alessandro – M5s
Viglianti Paolo – Potere Al Popolo
Pennucci Irma Donatella – Casapound Italia
Babini Gian Paolo – Il Popolo Della Famiglia
Santarelli Mirco – Italia Agli Italiani
Olivieri Franca – Partito Comunista
Babini Luisa – Partito Repubblicano Italiano – Ala
Gianessi Milena – Per Una Sinistra Rivoluzionaria
Fraccaro Sabrina – Destre Unite – Forconi

 

 

A questi candidati, si aggiungono anche quelli dei collegi plurinominali, eletti in base al sistema proporzionale. Anche in questo caso sono suddivisi tra Camera e Senato: nel primo caso Faenza è nel collegio Romangna, nel secondo caso in quello Romagna-Bologna.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.