Il 19enne Michele Busa è 5° italiano nei 50 m dorso ai campionati italiani di Roma

Ancora una volta Michele Busa non ha tradito le aspettative del Centro Sub Nuoto Club 2000 e del mondo natatorio faentino: il 19enne velocista della corsia è tornato da Roma con risultati di grande valore nazionale. Evento di riferimento internazionale e stagionale, il 57esimo Trofeo internazionale “Sette Colli”, valido come Campionato italiano Assoluto Open 2020, con un totale di 577 atleti iscritti (280 maschi e 297 femmine, 1.309 presenze in gara), in rappresentanza di 167 società, ha messo in mostra tutto il suo prestigio. Esserci anche quest’anno, per il “Cadetto” Busa, ha significato confrontarsi e vivere per tre giorni con i migliori nuotatori che esprime il panorama italiano.

Il nuotatore faentino conquista anche il 19° posto nei 50 e 100 m farfalla

Per Michele, accompagnato dall’allenatore Marco Fregnani, la giornata di mercoledì 11 agosto è stata particolarmente intensa, in quanto si è ritrovato a dovere gareggiare sia al mattino, sia nella prima serata nella piscina olimpica dello Stadio del Nuoto al Foro Italico. In una delle competizioni d’apertura dell’intera manifestazione, infatti, Busa, in vasca per i 100 metri farfalla disputati in 5 batterie, ha ottenuto il 19esimo posto “aggregato” con il tempo di 54”89. Poco dopo le 19, in diretta televisiva su Rai Sport+HD, l’atleta di punta del Centro Sub Nuoto Faenza ha dato il meglio di sé conquistando il sesto posto assoluto nei 50 metri dorso in 25”86, gara vinta dal francese Tomac Mewen in 24”88. Busa è riuscito a mettersi dietro le spalle ben 41 concorrenti nelle sei batterie, risultando quinto a livello italiano, dato che la gara è stata, appunto, ad appannaggio di un transalpino.

Dopo il mercoledì di riposo, il nuotatore faentino è tornato in acqua nella serata di venerdì 13, anche qui in diretta tv, nei 50 metri farfalla dove è risultato 19esimo assoluto, e italiano, con il tempo di 24”66. Va precisato che, essendo il “Sette Colli” valido come Campionato italiano Assoluto Open, non ha avuto suddivisioni per categoria, mentre nella categoria “Cadetti” si era laureato pochi giorni prima campione regionale nei 50 e 100 farfalla e nei 50 stile libero.

La soddisfazione del coach Marco Fregnani

Marco Fregnani non riesce a nascondere la grande soddisfazione per quanto fatto vedere da Michele al Foro Italico. «Ottima la prestazione nei 50 dorso, dove con una prova pressoché perfetta è riuscito a migliorare il proprio record di oltre 2 decimi di secondo, riuscendo a conquistare il quinto posto – commenta il coach -. Buone anche le prove nei 50 e nei 100 farfalla, dove non ce l’ha fatta a ritoccare i propri primati personali ma ha messo in acqua prestazioni di alto valore tecnico». Un bel compleanno quindi per Michele Busa, che toccherà “quota 19” il prossimo venerdì 21 agosto. «Certamente, ma ora tre settimane di meritato riposo per ricaricare le batterie – conclude Fregnani – per poi riprendere dal 7 settembre assieme a tutti i compagni di squadra la preparazione per la prossima stagione».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.