Anche a Faenza nasce il gruppo ‘Azione’ fondato da Calenda

Dopo Ravenna e la Bassa Romagna, anche a Faenza nasce il gruppo di “Azione”, il movimento politico fondato dall’ex ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda. «Ora basta! L’Italia è un grande Paese, nessuna maledizione ci condanna a dover scegliere tra i disastri dei populisti e quelli dei sovranisti. Azione è il luogo di mobilitazione dell’Italia che lavora, produce, studia e fatica»: con queste parole il 21 novembre scorso è stato lanciato a Roma il nuovo movimento, «per raccogliere coloro che, stanchi di scontri inconcludenti tra tifoserie e slogan privi di contenuti, vorranno scegliere di aderire a un rinnovato impegno politico per il paese», afferma il gruppo faentino.

Il sostegno a Stefano Bonaccini

Il comitato faentino nasce con lo scopo di promuovere e far conoscere i programmi e le proposte di Azione a livello locale, riunendo e coordinando gli iscritti presenti sul territorio. A poche settimane dal voto regionale del 26 gennaio 2020, Azione-Faenza esprime il suo appoggio alla ricandidatura del presidente Stefano Bonaccini, al quale si riconoscono la positività del governo e la validità della proposta avanzata per i futuri cinque anni. Tra i comuni del territorio della provincia di Ravenna, Faenza è il primo a essere interessato dal rinnovo della giunta comunale. L’elaborazione di una proposta in vista di questo appuntamento elettorale rimane una priorità del gruppo per i prossimi mesi.

Chiunque può aderire iscrivendosi dal sito www.azione.it, contattando la mail faenzainazione@gmail.com, oppure tramite la pagina facebook “Faenza in Azione”.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.