Giocasport 2017 all’insegna del fair play: parteciperanno 1.150 alunni

I grandi classici dodgeball e palla rilanciata non mancheranno, ma ci saranno anche prove di abilità e di intelligenza, come trappole e staffette, di modo che ogni bambino possa dare il meglio con le sue capacità. Tutto pronto per la 32esima edizione di Giocasport, il progetto di educazione motoria che offre a tutte le classi quarte e quinte delle scuole elementari di Faenza e Brisighella un’occasione di aggregazione e di sano confronto sportivo. L’evento organizzato dal Csi con il patrocinio del Comune di Faenza si disputerà mercoledì 5 e giovedì 6 aprile al PalaCattani e coinvolgerà complessivamente 52 classi e 1.150 bambini dei vari istituti del comprensorio.

Giocasport Faenza è giunto alla 32esima edizione

Il progetto è stato ideato nel 1985 da Daniele Gatti, insegnante faentino di educazione fisica, è stato gestito e organizzato per il settimo anno consecutivo dai tecnici del Csi Federica Torrisi e Gianluca Palma e ha coinvolto in quest’anno scolastico migliaia di bambini delle classi quarte e quinte delle scuole elementari. «L’idea è quella di vivere lo sport – spiega Gianluca Palma – in maniera competitiva ma anche in un clima molto sereno. Permette inoltre agli insegnanti di conoscere nuove modalità di gioco con cui stimolare gli alunni»

Giocasport all’insegna del “giocare lealmente”

Tema di quest’anno sarà il fair play e gli stessi bambini partecipanti saranno invitati a riflettere su cosa significhi giocare lealmente. «Abbiamo voluto dare quest’anno un taglio etico al progetto – spiega Gianluca Palma – ci auguriamo possa far crescere dei cittadini migliori, più attenti alla comunità, ai loro coetanei e al loro territorio». I ragazzi verranno inoltre stimolati a riflettere sul tema di “giocare lealmente” tramite dei disegni che verranno poi esposti al Conad La Filanda.

Rispondi