Gian Carlo Minardi: il racconto di 35 anni di gare con Panathlon Club

Ha portato il nome della sua città nel mondo con lo sport. Sarà Gian Carlo Minardi il protagonista del secondo meeting del 2018 per il Panathlon Club Faenza del neo presidente Daniele Piolanti. Martedì 13 marzo 2018, alle ore 20.15 al ristorante Cavallino in via Forlivese 185 a Faenza, la serata avrà come tema: “35 anni di gare: dalla Formula Italia alla Formula Uno”.

Gian Carlo Minardi, fondatore dell’omonima Scuderia, per tanti anni in Formula 1 unico team romagnolo arrivato nella vetrina internazionale più prestigiosa dell’automobilismo. Minardi, oggi collaboratore dell’Aci come presidente della Commissione velocità pista e salita e supervisore della scuola Federale Aci sport, ha percorso una vicenda sportiva entusiasmante, iniziata nel 1972, quando fondò la Scuderia del Passatore, attiva in Formula Italia e in Formula 3, che nel 1974 cambiò il nome in Scuderia Everest, passando a competere nel campionato europeo di Formula 2. Sciolto il sodalizio con la Everest, nacque il Minardi Team e arrivò la prima vittoria in Formula 2 con Michele Alboreto nel 1980.

La Scuderia Minardi: una fucina di talenti mondiali

Nel 1985 il debutto in Formula 1: un’avventura durata ben 21 anni. Il Minardi Team ha lanciato tanti giovani promettenti dell’automobilismo mondiale: su tutti Alonso, Alboreto, Fisichella, Morbidelli, Webber, Genè e Pierluigi Martini. Un miracolo considerando il budget ridotto, ma in grado di realizzarsi grazie alle idee: con soluzione innovative riusciva a rimanere in scia ai grandi costruttori. Lasciando poi in eredità alla città la scuderia ceduta all’uomo di affari australiano Paul Stoddart, da cui l’ha rilevata nel 2005 la Red Bull ridenominando Scuderia Toro Rosso il Minardi Team.

Automobilismo ma non solo. Anche se ha ceduto la gestione a un gruppo di manager, Gian Carlo Minardi è ancora presidente del Faenza Calcio che con lui alla guida visse il periodo più entusiasmante con l’ascesa ai campionati professionistici grazie alla storica promozione in C2, categoria poi mantenuta per quattro stagioni, proprio quasi vent’anni fa, nel maggio 1998.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.