Faenza sul podio ai campionati italiani di fotografia subacquea

Era annunciata come una competizione più dura del solito e così è stato: i portacolori del Centro Sub Nuoto Club 2000 sono tornati con un solo risultato da podio dai Campionati italiani di Fotografia Subacquea digitale svoltisi nelle acque del Mare Tirreno al largo di Porto Santo Stefano, in provincia di Grosseto, sulla costa nord-occidentale dell’Argentario. Marco Bollettinari e Fabio Iardino (nella foto), con la modella Chiara Scrigner, hanno conquistato il terzo posto nella classifica a squadre per macchine Reflex, anche a conferma delle prestazioni ottenute nelle tre precedenti edizioni da cui era ripartita la società di Faenza dopo un prolungato “stop” agonistico: una vittoria, una piazza d’onore e un terzo posto.

Antonio Marcelli: “Potevamo fare di più”

«Siamo tutti soddisfatti – commenta Antonio Marcelli, presidente del Centro Sub Nuoto -, ma non ci nascondiamo che avremmo potuto ottenere di più, soprattutto in campo individuale». In un mare colpito da un forte vento di grecale che è stato ancor meno clemente con i faentini, Fabio Iardino ha concluso la sua prova al nono posto, Marco Bollettinari al 19esimo e Adriano Marchiori al 30esimo. «Erano in gara 37 fotosub in tutto e, tra loro, i membri della Nazionale che hanno fatto le prove generali in vista delle prossime competizioni internazionali – spiega Marcelli -. Detto questo, Faenza è abituata a tornare dai Campionati italiani con almeno due atleti fra i primi dieci classificati e con almeno uno sul podio, se non vincente. All’Argentario è andata così, ma in questo sport ogni competizione è cosa a sé stante: può accadere che la prossima volta facciamo il pieno di medaglie».

“Le scelte artistiche non hanno pagato”

I verdetti sono totalmente in mano alla giuria che assegna i punteggi alle foto scattate e consegnate dai partecipanti sui quattro temi: “pesce”, “macro”, “grandangolo” e “a tema”. Gli esperti fotosub faentini hanno voluto nell’occasione appiattirsi meno sul regolamento e sfoderare la rinomata vena artistica: un’operazione che, però, non ha pagato. «Evidentemente no – conferma il presidente – Prima di ogni campionato nazionale ci diciamo tutti che è bello cercare di innovare, anche perché poi gli italiani vogliono onorare le competizioni mondiali, poi succede, come si è visto all’Argentario, che le giurie continuano a privilegiare gli aspetti tradizionali, come l’immagine tecnicamente ben scattata. Noi pensiamo che si possa andare oltre».Il che significa pure, per la società manfreda, organizzare il Meeting internazionale di Fotografia Subacquea indoor che si svolgerà dal 15 al 17 febbraio 2019 nelle piscine del centro sportivo comunale di piazzale Pancrazi a Faenza.

Il 5 ottobre la presentazione ufficiale del Centro Sub Nuoto Club

Intanto il presidente Marcelli presenterà al pubblico il nuovo anno sportivo dell’intero Centro Sub Nuoto Club 2000 venerdì 5 ottobre alle 20.30 nella sala “Giovanni Dalle Fabbriche” del Credito Cooperativo in Via Laghi 87 a Faenza, prima della conferenza “Il genitore quale grande risorsa positiva per supportare ed educare ai valori dello sport”. Il relatore sarà Mirko Mazzoli, ex nuotatore della società manfreda e pallanuotista in serie A, attualmente mental coach di numerosi atleti italiani di fama mondiale, oltre che membro del direttivo dell’Associazione italiana Psicologia dello Sport. L’ingresso è libero e aperto a tutti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.