Fortunato, storia di un faentino dell’800: il nuovo libro di Floriano Cerini

Un romanzo scritto con stile realistico e documentato con precisi riscontri storici, ambientato nella Faenza del XIX secolo. È questa la nuova fatica letteraria di Floriano Cerini: Fortunato – un romagnolo giusto nella Faenza dell’800, la storia di un trovatello che, dalla ruota degli esposti dove era stato collocato nel 1851, ha saputo farsi strada nella vita. La presentazione del libro si tiene venerdì 7 giugno, alle ore 21, al Museo del Risorgimento (Palazzo Laderchi, corso Garibaldi 2, Faenza). A dialogare con l’autore sarà Pietro Caruso (direttore di Romagna Web Tv e della rivista “Pensiero Mazziniano”), con l’intervento dell’editore Mauro Gurioli. L’incontro, a cui la cittadinanza è invitata, è organizzato in collaborazione con l’associazione Museo del Risorgimento.

Un affresco realistico, con personaggio come il Passatore, Pietro Nenni, papa Pio IX

Scrive Caruso nella prefazione: “Floriano Cerini questa volta non si è cimentato in una serie di racconti, di cui è ormai specialista, ma in un romanzo storico ambientato a Faenza. Pur essendo un genere letterario impegnativo, l’autore ha saputo creare atmosfere giuste, cogliendo riferimenti pertinenti e dando spazio a figure e personaggi che hanno precisi riscontri con le vicende di Faenza, della Romagna e dell’Italia”. Il Passatore, papa Pio IX, Alfredo Comandini, il conte Raffaele Pasi, Vittorio Tartagni e Pietro Nenni sono solo alcuni dei “volti noti” del passato che fanno la comparsa nel testo. L’opera, appena uscita per la casa editrice faentina Tempo al Libro, va ad arricchire la collana Tempo di Romagna, dedicata alla storia e alle tradizioni di casa nostra.
Per informazioni: info@tempoallibro.it; 347 2567067.

Chi è Floriano Cerini

Floriano Cerini è nato e vive a Faenza. Laureato in Giurisprudenza, dopo aver lavorato all’Inps dal 1972 al 2010 ha pubblicato un pamphlet sulla sua esperienza lavorativa: Dalle marche(tte) a Vicky 2.0 – storie e miti della mia previdenza, edito da Homeless book. Per Tempo al Libro ha già pubblicato Burdèl (2012), Fra zinquant’en (2014) e U n’s’fa pió l’amôr com’una vôlta – storie romagnole di corteggiamento e amore (2016). Da sempre interessato allo studio e diffusione delle radici e della cultura romagnola e faentina, collabora alla rivista 2001 Romagna.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.