Isola incontra il presidente del Con.Ami Bacchilega: al centro il tema dell’acquedotto Marradi-Faenza

Giovedì 29 ottobre il sindaco Massimo Isola e il vicesindaco con delega alle attività produttive e alle ‘partecipate’ del Comune di Faenza, Andrea Fabbri, hanno incontrato Fabio Bacchilega, neo-presidente del Con.Ami, e Carlo Baseggio, rappresentante per il Comune di Faenza all’interno del consiglio di amministrazione del Consorzio imolese. Si è trattato di un momento di confronto particolarmente importante visto che la Romagna faentina è il secondo maggiore azionista, dopo Imola, all’interno del consorzio.

Il ruolo di Con.Ami per la riqualificazione del complesso ex Salesiani

Tanti i temi all’ordine del giorno. Tra i punti discussi questa mattina tra gli amministratori faentini e il presidente Bacchilega, quello sul complesso degli ex Salesiani. Qui il Con.Ami è stato un partner strategico che ha creduto nei progetti di Faventia Sales investendo sul blocco palestra e sul piano terra di palazzo Don Bosco. «Quella di oggi -ha sottolineato il vicesindaco, Andrea Fabbri – è stata l’occasione di fare il punto sugli investimenti fatti sino a ora e su quelli futuri. Per la città l’intervento del Con.Ami è stato un momento cruciale per lo sviluppo del complesso degli ex Salesiani a dimostrazione che il parternariato pubblico-privato, quando ci sono progetti sostenibili e tempistiche certe, funziona».

Massimo Isola: “Un incontro molto positivo”

Altro tema affrontato quello relativo alla realizzazione da parte del Con.Ami di un nuovo acquedotto, da Marradi a Faenza passando da Brisighella, una delle esigenze importanti per il nostro territorio. Tra i punti sul tavolo del confronto ‘If Tourism Company’, l’agenzia di promo-commercializzazione turistica dei territori di Imola e Faenza nella quale il Con.Ami ha un ruolo importante, e sui progetti e appuntamenti sui quali If sta lavorando all’interno dell’Autodromo di Imola. «L’appuntamento di questa mattina – ha detto il sindaco Massimo Isola – è stato voluto per poter incontrare un partner strategico per lo sviluppo e per la Faenza del futuro che vogliamo disegnare nei prossimi anni. L’incontro è stato assolutamente positivo: abbiamo riscontrato una perfetta comunione di intenti».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.