Faenza Lotta festeggia i 100 anni dalla fondazione: mostra ed Europeo Cadetti

Uno sguardo al passato, con cento anni di lotta faentina raccontati attraverso una mostra; e uno al futuro, con l’organizzazione a Faenza del campionato europeo Cadetti in cui si sfideranno i grandi lottatori del domani: sono queste alcune delle iniziative promosse nelle prossime settimane del Club Atletico Faenza Lotta per celebrare i 100 anni della propria fondazione, avvenuta nel 1919. Sabato 1° giugno, alle ore 18, verrà infatti inaugurata alla Galleria comunale Molinella “Il club delle meraviglie”, mostra documentaria a cura di Rino Visani che percorre i cento anni di storia del Faenza Lotta con documenti e percorsi fotografici dei luoghi e dei personaggi che hanno partecipato che hanno contribuito alla storia dell’associazione. Un cammino di valore unico in Italia, capace di portare alla nazionale italiana addirittura un terzo delle medaglie olimpiche complessive: in cento anni di storia da Faenza sono arrivati tre ori olimpici, un argento e tre bronzi. Ben ventidue atleti hanno partecipato ai Giochi Olimpici e si sono formati all’inizio della loro carriera all’interno della palestra Lucchesi: tra questi Vincenzo Maenza, Andrea Minguzzi, Daigoro Timoncini; e ancora oggi la tradizione del club prosegue grazie a giovani di valore come Enrica Rinaldi e Nicola Menghetti.

Faenza Lotta: una società a stretto contatto con il territorio

Ancora più importante delle medaglie è però la funzione sociale che uno sport come la lotta rappresenta per il territorio e per i più piccoli sul territorio. «In cento anni di storia – spiega il presidente Gianni Morsiani – questo club si è radicato profondamente in tutto il tessuto sociale faentino, e lo ha fatto promuovendo lo sport praticato con i valori giusti, quello che poi ti portano alla vittoria». Fondamentale, in questo senso, il coinvolgimento con il mondo scolastico. «Avere un buon rapporto con la scuola per me è più importante di un titolo italiano, ed è la chiave per continuare a crescere e far conoscere la lotta». «L’agonismo è importante – aggiunge l’allenatore Salvatore Avanzato – ma senza un progetto sociale ed educativo dietro, non porta a nulla; soprattutto in uno sport che cura sia il fisico che il carattere dei ragazzi». Per questo la giornata di sabato 1 giugno vuole essere vissuta con tutta la città: dalle ore 17 infatti in piazza del Popolo si esibiranno in esercitazioni e gare una cinquantina di bambini dai 3 ai 15 anni del club; a seguire, alle 18, il taglio del nastro con le autorità. La mostra resterà aperta fino al 23 giugno, in concomitanza con la chiusura dei Campionati Europei Cadetti, in programma dal 17 al 23 giungo al palaCattani, e che porterà a Faenza diverse delegazioni stranieri che potranno approfittare così dell’occasione per conoscere la storia secolare del ‘club delle meraviglie’.

Successo al Gran Premio Giovanissimi

Tenendo fede alla propria tradizione di formazione giovanile, il Faenza Lotta ha conquistato sabato 18 maggio a Ostia il primo posto nazionale del Gran Premio Giovanissimi nella lotta greco-romana e femminile (9-11 anni). A medaglia Ridiwan Yessoufou, Edoardo Crocetti, Matteo Orselli, Davide Fortunato, Nicolò Candeloro, Daniel Idouzee, Isabella Popa, Rachele Ferrini e Sara Ferrini.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.