Fiera di San Rocco: le eccellenze del Persolino-Strocchi alla cena di gala

Importante appuntamento in corrispondenza del lungo weekend di festività: anche quest’anno le strade del centro di Faenza, intorno al cuore pulsante del Rione Verde, si vestono a festa per ospitare l’Antica Fiera di San Rocco, uno degli eventi più attesi della città e dell’intera Romagna, giunto ormai alla 22^ edizione. A contribuire alla buona riuscita della manifestazione, rinnovando una lunga collaborazione con gli organizzatori dell’evento inaugurata nel lontano 2002, non può mancare neppure quest’anno l‘IP “Persolino-Strocchi”. Una collaborazione che, anzi, si consolida e si arricchisce, vedendo una partecipazione sempre più attiva da parte degli alunni e dei docenti dell’Istituto cittadino, che quest’anno saranno impegnati su più fronti, sia durante la cena di gala di sabato 2 novembre al Rione Verde, sia durante il clou della Festa, nella giornata di domenica 3.

Le eccellenze della cantina “Persolino” alla cena di gala del Rione Verde

Nella cena di gala organizzata al Rione Verde (in Via Cavour, 37) per la serata di sabato 2 novembre saranno, infatti, serviti i vini prodotti dalla cantina didattica del “Persolino”. Di recente, nell’ambito di una convenzione siglata con Caviro, il colosso cooperativo faentino che ha da poco lanciato un proprio progetto “Leonardo”, anche la cantina del “Persolino” è stata intitolata a Leonardo da Vinci, nell’anno che celebra il 500° anniversario della morte dello straordinario genio del Rinascimento che aveva la passione per la viticoltura e per il vino. Tra i vini messi a disposizione dall’Istituto, frutto di interessanti ricerche e sperimentazioni realizzate dagli studenti del corso agrario, i partecipanti alla cena potranno degustare anche il pluripremiato “Albana di Romagna passito docg”, che ha ottenuto importanti riconoscimenti in numerosi eventi enologici, tra cui il Tribunato di Romagna e il prestigioso Concorso nazionale Douja d’Or di Asti nel 2018.

Alla Fiera uno stand per conoscere prodotti e progetti del “Persolino-Strocchi”

I vini prodotti nella cantina didattico-sperimentale “Leonardo da Vinci” saranno poi acquistabili, durante la giornata di domenica 3 novembre, al banchetto dell’Istituto, in via Santa Maria dell’Angelo, dove saranno posti in vendita anche prodotti d’erboristeria e di cosmesi, piante della serra didattica e ortaggi di stagione a km zero (tutti disponibili anche presso l’Azienda agricola del “Persolino”, il cui punto vendita è aperto al pubblico dal lunedì al sabato, dalle ore 8 alle 13).

Allo stand allestito durante la Fiera sarà, inoltre, possibile visionare lo studio di preparazione della grafica tuttora utilizzata dalla Fiera, il cui primo manifesto e relativo pieghevole furono realizzati nel 2002 proprio dagli alunni dello “Strocchi”. Gli studenti del corso grafico, sotto il coordinamento della prof.ssa Antonella Prencipe, hanno infine curato anche la progettazione e la stampa dei cavalierini per i vini e gli altri prodotti esposti nel banchetto dell’Istituto, dove i ragazzi e le famiglie interessate potranno ricevere informazioni anche sull’offerta formativa e sui vari indirizzi della scuola, in attesa degli open days di sabato 30 novembre 2019 (ore 15-18), sabato 14 dicembre 2019 (ore 15-18) e sabato 11 gennaio 2020 (ore 15-18).

Anche quest’anno la partecipazione dell’IP “Persolino-Strocchi”, con le sue diverse anime, all’organizzazione dell’Antica Fiera di San Rocco rappresenta, dunque, un’occasione preziosa per mettere in mostra e valorizzare le proprie eccellenze, ma soprattutto si riconferma un appuntamento imperdibile per costruire un rapporto sempre più sinergico e collaborativo con il territorio e per inserirsi con la propria progettualità e i propri prodotti nel tessuto produttivo, sociale e culturale della città.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.